Sei in Archivio

Parma

Crac Parma calcio: chiesto il sequestro di 16,7 milioni dell'Hellas Verona

14 marzo 2013, 08:16

Georgia Azzali

Re del latte. E patron di un Parma da invidiare. Calisto Tanzi, il tycoon che alla fine degli anni '90 poteva permettersi (quasi) tutto.
Anche di acquistare il Verona, nonostante lo Statuto della Figc vieti di possedere più di una squadra professionistica. La procura di Parma ne è convinta da tempo: il gran capo dell'Hellas era Tanzi. A comparire ufficialmente, invece, l'amico ed ex direttore generale del Parma calcio, Giambattista Pastorello.

L'inchiesta è stata chiusa nel 2011, ma ora è stata notificata la richiesta di rinvio a giudizio. Concorso in bancarotta fraudolenta per tutti e due gli imputati. Ma il pm Paola Dal Monte, che ha coordinato le indagini, ha chiesto al gup anche il sequestro conservativo di beni riconducibili all'Hellas Verona spa per 16,7 milioni e di quelli di Pastorello per 1.807.000. Un modo per tutelare i creditori di Parmalat e del Parma calcio........................Articolo completo sulla Gazzetta di Parma in edicola