Sei in Archivio

Parma

Nuova sede per il Tribunale Arbitrale Giudiziario Europeo

15 marzo 2013, 16:51

Nuova sede per il Tribunale Arbitrale Giudiziario Europeo

COMUNICATO

Mercoledì 13 marzo in Strada al Ponte Caprazucca 7 a Parma, c’è stata la inaugurazione della nuova sede del TAGE, il Tribunale Arbitrario Giudiziario Europeo.
In questa occasione sono stati consegnati gli attestati di nomina a due nuovi giudici arbitrali, il dott. comm. Giovanni Bertani e l’avv. Isabella Grassi ed è stato nominato il nuovo delegato  della regione Emilia Romagna Ovest, alla presenza del delegato della regione Toscana avv. Franco Polverini e del delegato provinciale di Modena architetto Giacomo Terzuolo.
Il TAGE è uno strumento alternativo alla giustizia ordinaria offrendo infatti con l’emissione del lodo uno strumento giuridico del tutto simile alla sentenza ma con il vantaggio di un giustizia più veloce ed un minor costo.
E’ uno strumento che può essere utilizzato sia dai privati che dalla aziende e che nasce su base contrattuale, richiedendo infatti la sottoscrizione di un compromesso o di una clausola compromissoria con la quale le parti si accordano di demandare il giudizio ad un arbitro o ad un collegio arbitrale.
Il TAGE rappresenta in particolare l’applicazione dell’arbitrato amministrato, con il quale le parti demandano alla struttura che dovrà prima facie verificare l’esistenza e la validità dell’accordo compromissorio, prendere gli eventuali provvedimenti necessari anche nella fase anteriore alla costituzione dell’organo, e svolgere una funzione di controllo per tutta la durata dell’arbitrato  fino alla emissione del lodo stesso, alla sua verifica formale ed eventuale correzione.
Il Tribunale Arbitrale Giudiziario Europeo svolge anche servizio di consulenza e formazione in ordine alla redazione della clausola arbitrale o del compromesso, e funzioni di controllo dell’operato dei singoli arbitri.
Al TAGE possono rivolgersi sia privati cittadini che aziende (che possono anche stipulare speciali convenzioni) ed il lodo potrà essere emesso su tutto il contenzioso civile, l’art 806 cpc in particolare sancisce che le parti possano far decidere da arbitri le controversie tra di loro insorte che non abbiano ad oggetto diritti indisponibili, salvo espresso divieto di legge. Le principali esclusioni riguardano il diritto di famiglia, le adozioni, la materia minorile e tutto quanto concerne la materia matrimoniale. Il TAGE è ormai diffuso in quasi tutta Italia, saranno ultimate nei prossimi mesi le inaugurazione delle sedi vacanti.
I principali vantaggi come detto sono due: velocità dell’emissione del lodo entro 180 giorni e costi relativamente bassi rispetto ad un normale contenzioso civile.
Il TAGE applica infatti un tariffario, che viene fatto visionare alle parti che le  vincola in caso di accettazione espressa con costi predeterminati in base allo scaglione della controversia che si attestano in media ad un prezzo pari al 50% del costo di un normale contenzioso civile.
Un altro vantaggio è rappresentato dalle figure di riferimento dei singoli arbitri, che sono professionisti con competenze specifiche tali da poter rivestire a seconda della tipologia della controversia anche la qualifica di perito, evitando quindi la duplicazione del costo non dovendosi accedere a Consulenze Tecniche d’Ufficio.
Gli arbitri infatti sono: commercialisti, avvocati, architetti, ingegneri, geometri, consulenti del lavoro, tributaristi fiscalisti, consulenti bancari, periti assicurativi, medici legali, amministratori di condominio laureati, che sono legati ad un obbligo formativo specifico nella materia arbitrale, sotto la supervisione del TAGE stesso.
L’arbitrato  ed in particolare la tipologia di arbitrato effettuata dal TAGE è in forte via di sviluppo, anche se l’Italia è in forte ritardo ed occorre quindi diffondere maggiormente tale strumento.
Il lodo arbitrale offre inoltre il vantaggio che è vincolante fra le parti ed acquista esecutività al pari di una qualsiasi decisione emessa dagli organi di giustizia ordinaria ed avverso allo stesso normalmente si può ricorrere solo per cassazione, essendo per lo più inappellabile se non per limitati casi di nullità del lodo stesso.
Per informazioni la sede Regionale Emilia Romagna Ovest è a Parma in Strada al Ponte Caprazzucca 7, tel 0521/207107 e fax 0521/207322.
Il sito internet del TAGE dal quale si possono scaricare le brochure ed i materiali informativi è: www.tribunalearbitraleeuropeo.net

© RIPRODUZIONE RISERVATA