Sei in Archivio

Quartieri-Frazioni

Rifondazione comunista chiede al sindaco una farmacia nel quartiere Cinghio

15 marzo 2013, 21:09

Rifondazione comunista chiede al sindaco una farmacia nel quartiere Cinghio

Comunicato stampa di Rifondazione comunista

Il 22 gennaio 1973 apriva la prima farmacia comunale, in via Campioni, quartiere Montanara. Marzo 2013 il quartiere Cinghio ancora attende.
Il commissario Ciclosi in uno degli ultimi atti intrapresi prima di lasciare la gestione del Comune al neo sindaco Pizzarotti aveva deliberato l’ubicazione di 12 nuove farmacie, una di queste era prevista al Cinghio Sud. Il circolo Geymonat del Partito della Rifondazione Comunista oggi ha inteso manifestare contro lo stato di abbandono in cui si trova il quartiere Cinghio che lo rammentiamo in primis al sindaco Pizzarotti fa parte del "Comune" di Parma, un quartiere in cui la maggioranza della popolazione che lo abita è formata da persone anziane e famiglie lavoratrici che hanno il diritto come il resto dei cittadini del Comune a servizi (farmacie, minimarket) che da troppi anni aspettano.
Ci sono sindaci che per i propri cittadini attuano "proteste" clamorose, non chiediamo a Pizzarotti di andare a Bologna con un gregge di pecore ma non può essere taciuta questa mancanza di attenzione ai quarieri periferici e alle fascie di popolazione più deboli. Al CInghio sud i servizi sevono ora!!