Sei in Archivio

Spettacoli

Film recensioni - Buongiorno papà

16 marzo 2013, 23:49

Michele Ossani

In una stagione cinematografica in cui il cinema italiano - come spesso accade - sembra puntare sulle commedie, alcune anche originali ma non sempre riuscite, «Buongiorno papà» va abbastanza sul sicuro, scegliendo un compromesso tra intrattenimento e qualche spunto di riflessione. E in più vanta un buon cast, che vede Raoul Bova protagonista, ormai consolidato in versione brillante. È lui Andrea,  un trentottenne sicuro di sé, single incallito e donnaiolo, con un lavoro di successo in un’agenzia che si occupa di product placement. La sua vita cambia quando viene a cercarlo una diciassettenne un po’ stravagante, coi capelli viola, che sostiene di essere sua figlia. La accompagna un nonno con tatuaggi, che suonava nel gruppo rock «I Giaguari» e che vive in camper. La ragazzina era frutto di un’avventura estiva, come dimostra la prova del Dna. L’uomo si scopre padre all’improvviso, dovrà fare i conti con le responsabilità e intraprenderà un percorso di maturazione. Edoardo Leo, a distanza di tre anni dall’opera prima «Diciotto anni dopo», ritorna sulle dinamiche familiari, concentrandosi questa volta sul rapporto tra un padre rimasto bambino e una figlia giovane ma più saggia di lui. Nonostante sviluppi in parte prevedibili e una vena buonista a cui non rinuncia mai del tutto, il film può contare su un umorismo sincero a cui provvedono specialmente i non protagonisti (Marco Giallini nel ruolo del nonno rockettaro e lo stesso regista come coinquilino un po’ imbranato e dall’animo puro). È un film di personaggi più che di situazioni: insistendo su questo aspetto con semplicità ed efficacia, fa di ciò il suo punto di forza. 
Giudizio: 3/5
SCHEDA
REGIA:   EDOARDO LEO
SCENEGGIATURA:   HERBERT SIMONE PARAGNANI, MASSIMILIANO BRUNO, EDOARDO LEO
FOTOGRAFIA: ARNALDO CATINARI
INTERPRETI:  RAOUL BOVA, MARCO GIALLINI, EDOARDO LEO, NICOLE GRIMAUDO, ROSABELL LAURENTI SELLERS, PAOLA TIZIANA CRUCIANI, MATTIA SBRAGIA, NINNI BRUSCHETTA
GENERE:  COMMEDIA
Italia 2013, colore, 1 h e 49’
DOVE: THE SPACE BARILLA, THE SPACE CINECITY