Sei in Archivio

Provincia-Emilia

Fidenza - Fugge di casa per amore. Bloccata, tenta il suicidio

18 marzo 2013, 00:50

Fidenza - Fugge di casa per amore. Bloccata, tenta il suicidio

Se n'era andata via di casa, mercoledì, per raggiungere l’ex fidanzato nel Bergamasco.  Ma lo stato di fragilità psichica della ventiduenne indiana  residente in città con la famiglia, che l'aveva portata a tentare il suicidio già più di una volta, ha messo in allarme i familiari: così hanno immediatamente fatto scattare le ricerche.

I fratelli della giovane, nel tardo pomeriggio, dopo averla cercata al cellulare senza risultato, erano corsi  a cercarla in tutta la città. L’allarme era arrivato anche al Comando della Polizia ferroviaria, e gli agenti, nel corso delle ricerche, hanno trovato l’auto della giovane parcheggiata nel piazzale della stazione ferroviaria, aperta, con le chiavi nel cruscotto. 
Erano da poco passate le 18. Gli agenti hanno così controllato tutti gli orari dei treni partiti da Fidenza nella fascia dalle 17 alle 18,30 e hanno diramato la foto e i dati personali della ragazza, a tutte le centrali di polizia ferroviaria. Nel frattempo la giovane, immaginando che i familiari la stessero cercando, col suo cellulare ha fatto uno squillo a uno dei fratelli, che l’ha immediatamente contattata, chiedendole dove fosse. La giovane, per depistarlo, gli ha risposto che stava andando in treno verso Bologna. Ma il suo parlare concitato e anche la bugia raccontata, hanno attirato l’attenzione di un viaggiatore che sedeva vicino a lei. Così l’uomo ha allertato il personale viaggiante, che a sua volta, ha avvertito la Polizia ferroviaria.
 La giovane indiana vistasi scoperta sul treno, ha tentato di dissuadere le forze dell'ordine che volevano fermarla con gesti autolesionisti, finendo quasi in punto di morte. Per questo alla stazione di Treviglio, il treno è stato fermato e ad attendere la giovane sui binari  era già presente l'equipaggio di  un’ambulanza. Trasferita all’ospedale è stata salvata per un soffio.
 Dopo essere stata dichiarata fuori pericolo, ha raccontato che stava tentando di voler raggiungere l’ex fidanzato, nel bergamasco, per cercare di chiarire la loro situazione. Ma i familiari temono che volesse raggiungere il giovane per compiere un gesto estremo davanti a lui, dal momento che l’ex non voleva saperne più nulla di lei. 
Tutto era iniziato due anni fa, quando il suo fidanzato, anche lui di origine indiana, l’aveva lasciata. Per la ragazza, che ricopriva un incarico di responsabilità in un’azienda del parmense, era iniziato un periodo difficile dal quale non era più riuscita a riprendersi. Dopo avere perso anche il lavoro, era finita in uno stato di grave depressione e nonostante l’affetto della famiglia e le cure sanitarie del caso a cui era sottoposta, la ventiduenne non si era mai rassegnata alla fine della relazione, cercando più volte di farla finita. Adesso è ancora ricoverata in stretta osservazione.