Sei in Archivio

Parma

La lotteria solidale Avis: quando la fortuna ci vede

17 marzo 2013, 17:36

La lotteria solidale Avis: quando la fortuna ci vede

 Margherita Portelli

La dea bendata targata Avis torna a «sfidare» la città. Per il decimo anno consecutivo, infatti, l’associazione ripropone la lotteria solidale che nella passata edizione ha coinvolto oltre trentamila parmigiani, e che anche nel 2013 mette in palio ricchi premi: per il fortunatissimo «giocatore» che si aggiudicherà il biglietto vincitore, infatti, è già pronta una Volkswagen Up nuova fiammante.
Altri 14 premi sono poi a disposizione di chi deciderà di investire almeno un euro in un biglietto; partecipando all’iniziativa, si garantirà l’autofinanziamento di importanti iniziative volte a promuovere la donazione di sangue. I volontari avisini per quasi tre mesi saranno presenti in centri commerciali, piazze e strade cittadine per vendere i biglietti, che si potranno trovare anche nelle sedi zonali Avis - attive in tutti i quartieri della città - e al centro prelievi dell’Avis comunale a San Pancrazio, dove avverrà l’estrazione, il primo giugno.
Oltre all’automobile, in palio ci sono un viaggio sul Mar Rosso, un iPad mini da 32 giga, una consolle Nintendo Wii, un weekend benessere e tanti altri interessanti premi messi a disposizione dai numerosi sponsor che anche quest’anno collaborano con l'Avis. «In questi dieci anni sono stati distribuiti premi per un valore di diverse centinaia di migliaia di euro – ha ricordato, durante la presentazione dell’iniziativa a San Pancrazio, il neo presidente della sezione comunale dell'Avis, Luigi Mazzini -. Ma, soprattutto, grazie alla lotteria siamo riusciti a trovare tanti nuovi donatori».
In rappresentanza delle istituzioni locali, era presente il presidente del consiglio comunale Marco Vagnozzi, che si è detto felice di prendere parte a un progetto «il cui valore aggiunto è la sensibilizzazione della città sull’importanza del dono del sangue».
 L’obiettivo dell’associazione è quello di superare quota 32 mila biglietti venduti: «Alla faccia dell’inflazione, il biglietto costa 1 euro, esattamente come 10 anni fa» hanno voluto sottolineare i volontari, che già oggi saranno presenti con il loro banchetto alla fiera di San Giuseppe in Oltretorrente.
Tante altre sono le manifestazioni che, da qui a fine maggio, vedranno il coinvolgimento dei parmigiani. Dopo un caloroso invito a partecipare alla lotteria da parte della maschera parmigiana «Al Dsèvod» (al secolo Maurizio Trapelli), anche il presidente provinciale dell’Avis, Giuseppe Scaltriti, ha voluto ricordare l’importanza di non mancare, ancora una volta, all’appuntamento con la solidarietà.  
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA