Sei in Archivio

Provincia-Emilia

Racket del piombo dietro ai furti di batterie d'auto: un denunciato

17 marzo 2013, 13:06

REGGIO EMILIA– Ci sarebbe il 'business del piombo" dietro l’ennesimo furto di batterie auto esauste avvenuto nel Reggiano: vale 70 centesimi il chilo, chi lo acquista lo paga al massimo 35 centesimi. Ne sono convinti i Carabinieri del Comando Provinciale di Reggio Emilia, che indagano per risalire all’intera filiera del riciclaggio delle batterie, il cui smaltimento è regolato da una normativa speciale trattandosi di rifiuti tossico-nocivi.
Dopo l’ultimo colpo, compiuto ai danni di un centro revisioni di Villa Minozzo, i militari hanno identificato e denunciato per furto un 28enne domiciliato a Reggio, pregiudicato. Il giovane la notte del 12 febbraio si era introdotto nelle pertinenze del Centro Revisioni, asportando una ventina di batterie dal contenitore dove vengono stoccate. I Cc sono risaliti a lui grazie al sistema di videosorveglianza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA