Sei in Archivio

Provincia-Emilia

Avis Fontevivo, volti giovani nel direttivo

18 marzo 2013, 22:28

Avis Fontevivo, volti giovani nel direttivo

Chiara De Carli

Le recenti votazioni per il rinnovo del direttivo dell’Avis di Fontevivo hanno «regalato» all’associazione nuovi e giovani consiglieri. Una dimostrazione della voglia dei volontari di impegnarsi non solo a donare il sangue ma anche a dedicare parte del loro tempo per il buon funzionamento dell’associazione. La prima riunione del nuovo direttivo, che si è tenuta nei giorni scorsi, è stata dedicata all’assegnazione delle diverse cariche. Il nuovo presidente, dopo il ritiro dalla scena di Enzo Bandini, è Marco Peri; alla vicepresidenza ci saranno Claudio Menta, che già ricopriva lo stesso ruolo nel precedente consiglio, e Chiara Bussolati, di soli 24 anni e già consigliere nello scorso mandato. «Nonostante la giovane età, Chiara ha dimostrato un grande impegno durante lo scorso mandato, dando sempre una grande disponibilità nell’organizzazione delle nostre attività. Il consiglio l’ha voluta “premiare” affidandole qualche responsabilità in più. E’ un punto d’orgoglio per noi avere nel direttivo ragazzi così giovani: ci dà speranza per il futuro» ha commentato il neo presidente Marco Peri. Le altre «new entry» sono Greta Montagna, a cui è stato affidato il ruolo di tesoriere accanto a Corrado Carraglia, Ilaria Martelli e Chiara Diquattro, che si occuperanno insieme dei momenti di informazione nelle scuole, e Lorenzo Maestri, che si dedicherà insieme a Francesca Granelli alla comunicazione. Segretarie della sezione saranno, anche per il prossimo quadriennio, Annalisa Pasini e Francesca Marchesi. «Grazie all’arrivo di Ilaria e Chiara, vogliamo potenziare il lavoro con le scuole cercando di coinvolgere anche i ragazzi delle medie di Fontevivo nella sensibilizzazione dei cittadini verso l’importanza di donare il sangue - ha spiegato Peri -. Naturalmente continuerà il rapporto con gli studenti dell’Itis di San Secondo grazie al concorso attraverso cui assegneremo, anche quest’anno, quattro borse di studio». Gli impegni dell’Avis non finiscono però qui: in calendario i volontari hanno già la partecipazione al «Ponte dei sapori», in programma il 20 e 21 aprile, la «Bicinsieme», la festa di fine anno scolastico per i ragazzi delle scuole locali e, soprattutto, la festa sociale di settembre con le premiazioni dei donatori. «Già dai prossimi mesi cercheremo di organizzare nuovamente le gite: un’iniziativa che da qualche anno non riuscivamo più a proporre ai cittadini ma che riteniamo siano importanti per socializzare, conoscersi e “fare gruppo” - ha promesso il presidente -. Per quanto mi riguarda, cercherò di meritare la fiducia che mi è stata accordata mettendo tutto il mio impegno a servizio dell’Avis. Il mio proposito, oltre a quello di continuare a far crescere la sezione, è quello di mettere l’esperienza maturata in questi anni a disposizione di tutto il direttivo e, in special modo, dei giovani che vogliono impegnarsi a portare avanti il messaggio dell’associazione». Per la sezione si preannuncia una nuova ed impegnativa stagione, a partire già dal prossimo appuntamento in programma per oggi con la seduta di prelievo.