Sei in Archivio

Provincia-Emilia

Neve di metà marzo: blackout e problemi in Appennino. Chiuse 4 provinciali

18 marzo 2013, 16:19

Neve di metà marzo: blackout e problemi in Appennino. Chiuse 4 provinciali

La situazione - Risveglio con la neve: l'ennesima neve di questo inverno ormai agli sgoccioli. Qualche disagio  in città ma soprattutto nell'Appennino Parmense, dove la nevicata era iniziata già ieri sera.

E se in città i fiocchi si sono via via ridotti lasciano poi spazio alla pioggia (ma con inevitabili problemi e code per il traffico nella prima parte della mattinata), in Appennino si registrano i problemi maggiori. Oltre al tragico incidente in A15 di cui riferiama a parte nell'home page, in Alta ValTaro la neve assomma ormai a 60-70 cm. E in diverse zone da alcune ore si registra un blackout elettrico.

Nelle scuole di Albareto, Bedonia, Compiano e Tornolo, è stata decisa oggi la chiusura anticipata delle scuole (che peraltro molti alunni non erano riusciti a raggiungere). Nulla, invece, è stato ancora deciso per eventuali chiusure domani: sul nostro sito vi riferiremo le eventuali segnalazioni che ci arriveranno dai singoli comuni.

L'Enza si ingrossa, scattata la fase di preallarme - La Protezione civile dell’Emilia Romagna ha attivato la fase di preallarme anche per il torrente Enza. Si prevede la propagazione del colmo di piena nelle sezioni di valle con transito del colmo nella sezione di Sorbolo tra le 22 e le 24 di oggi (lunedì 18 marzo) con il superamento del secondo livello. I Comuni interessati sono Mezzani e Sorbolo, in provincia di Parma, e Brescello e Gattatico, nel Reggiano.

Il punto della Provincia - (comunicato stampa) E’ ancora la neve a causare problemi soprattutto in Appennino. All’abbassamento delle temperature è infatti corrisposto l’inizio da questa notte di precipitazioni abbondanti.
“ La situazione è critica ma sotto controllo. Al momento sono chiuse quattro  strade provinciali: oltre alla 17 a Ponte Vetto, la 12 di Pessola in località Contile, la 104 Cassio Selva. La 74 Bosco Berceto è  chiusa al traffico pesante e si transita a senso unico alternato – spiega l’assessore alla Viabilità della Provincia Andrea Fellini – La forte nevicata ha coinvolto soprattutto le terre alte, anche se la precipitazione sta interessando tutta la provincia di Parma e nella Bassa rischiamo di avere nelle prossime ore problemi legati all’aumento dei corsi d’acqua. Per questo stiamo verificando con il personale di Protezione civile il livello di canali e torrenti che potrebbero innalzarsi anche rapidamente.”
Fellini sta coordinando gli interventi dalla centrale operativa della Protezione civile di via del Taglio dove alle 13 di oggi è previsto l’incontro dell’unità di crisi per fare il punto della situazione.
"Tutti gli enti interessati sono impegnati da parecchie ore per ripristinare le condizioni di normalità – continua Fellini - Al momento la situazione più complicata la stanno vivendo le quasi 5.000 utenze ancora senza energia elettrica nella zona di Fornovo, Borgotaro, Bedonia, Berceto e Albareto. L'Enel ci ha comunicato che sta lavorando per riattivare la linea”.
La Provincia ha anche deciso di distaccare un coordinatore della Protezione civile presso il Comando dei Vigili del Fuoco in modo da rendere più efficace il coordinamento in eventuali interventi. Tutto il personale della Provincia è operativo e con circa 300 mezzi.

Protezione civile: attivato il COM di Borgotaro - (comunicato stampa Provincia) L’attivazione del Com di Borgotaro, si è chiuso con questa decisione  il tavolo di crisi sul maltempo, convocato dalla Prefettura di Parma e svoltosi alle 13 di oggi nella sede di via del Taglio. La situazione nell’alta Val Taro risulta infatti essere molto critica soprattutto per quanto riguarda l’interruzione di energia elettrica, un guasto che ha coinvolto circa 15mila utenze delle quali al momento 3.400 sono ancora senza luce.Il coordinamento delle attività di controllo e conseguenti interventi è affidato all’assessore provinciale Andrea Fellini che ha già raggiunto il Comune montano.
“ E' partito da Ferrara un bilico con quattro generatori che verranno smistati proprio a Borgotaro dove il coordinamento censirà le diverse criticità e stabilirà le priorità – spiega Fellini – Intanto i tecnici di Enel stanno lavorando alla riparazione della rete elettrica. Alle 20, su indicazione della Prefettura,  il tavolo di crisi tornerà a riunirsi e insieme valuteremo le evoluzioni in atto, per prendere i provvedimenti più opportuni. Intanto i tecnici del Servizio Viabilità della Provincia lavorano senza sosta per mettere in sicurezza le strade interessate dai quasi 100 dissesti delle ultime ore e garantire la sicurezza della rete viaria messa a rischio dalle molte cadute di alberi e rami appesantiti dalla neve. Stiamo anche lavorando per tenere aperta la sp 74 allo scopo di evitare l'isolamento delle frazioni di Staiano e Marra”.
Tutta notte resterà operativo il piano neve della Provincia così come i sopralluoghi e i monitoraggi. Se necessario la centrale operativa di via del taglio resterà aperta tutta notte.

Il piano neve in città - (comunicato stampa) Parma si è svegliata questa mattina sotto un sottile, quanto inaspettato, manto di neve. Una nevicata al limite dell’inverno, considerando che giovedì 21 marzo coinciderà con l’equinozio di primavera.
L’Amministrazione ha messo in atto diverse azioni volte a garantire la sicurezza e la percorribilità delle strade grazie all’attività svolta dalla società che gestisce il piano neve per conto del Comune e con i coinvolgimento dei tecnici comunali stessi. Di seguito gli interventi attuati.
Tra le 5 e le 6, in considerazione dell’intensificarsi delle precipitazioni nevose e dell’accumulo a terra, nonostante le previsioni indicassero solo pioggia, sono stati allertati 12 mezzi spartineve, operativi dalle ore 8, per lo sgombero neve in tangenziale sud e svincoli relativi, oltre alle strade extraurbane della zona sud: Vigatto, Panocchia, Corcagnano, Carignano (attività terminata alle ore 12,30).
Alle 6, quattro mezzi spargisale hanno svolto l’attività di prevenzione neve limitatamente alla tangenziale Sud di competenza comunale, in corrispondenza di svincoli, cavalcavia, viabilità principale urbana ed extraurbana della zona sud ed ovest della città. L’attività è stata contenuta in considerazione delle temperature che si sono mantenute sempre positive e della successiva precipitazione piovosa iniziata tra le 9 e 10 (attività terminata per due mezzi alle 10,30 e per gli altri due alle 12,30).
Dalle 9,30 sono attivi altri 4 mezzi spartineve per lo sgombero delle strade secondarie e parcheggi scuole della zona ovest Vicofertile, Valera (attività anch’essa terminata alle 12,30).

Berceto - Il sindaco di Berceto, Luigi Lucchi, ha segnalato l’interruzione dell’energia elettrica «in diverse frazioni e gruppi di case, e anche nel capoluogo è stata ad intermittenza», e scuole chiuse «perchè gli insegnanti non sono potuti arrivare a causa delle interruzioni nelle ferrovie e nell’autostrada A15».

Le previsioni - Allerta della Protezione civile dell’Emilia-Romagna per vento, pioggia, stato del mare, criticità idrogeologica e idraulica. La fase di attenzione vale  fino alle 12 di martedì. Sono previste precipitazioni intense ad iniziare dalle province occidentali, in estensione a tutta la regione . Sul settore occidentale le precipitazioni potranno essere nevose fino al pomeriggio. Le piogge potranno avere punte sopra i 100 millimetri. Vento forte e mare agitato.

Ieri intanto è tornata la neve in Valtaro, come testimoniano le foto del nostro lettore Massimo Mari.

MALTEMPO, DISAGI IN A1 E A15. Il maltempo crea disagi alla circolazione anche in autostrada.

 Autostrade in tempo reale