Sei in Archivio

Gazzettascuola

Parole e musica contro le discriminazioni

18 marzo 2013, 17:28

Parole e musica contro le discriminazioni

Comunicato stampa della Provincia

Parole e tanta musica per riflettere insieme sulle discriminazioni. Per confrontarsi non solo sul razzismo ma su ogni forma di discriminazione: da quelle legate all’orientamento sessuale a quelle legate alla religione, alle disabilità, appunto al colore della pelle. Questo lo spirito dell’appuntamento che stamattina all’Auditorium del Carmine ha dato il via nel nostro territorio alla Settimana contro il razzismo: un incontro organizzato dalla Provincia con la Consulta degli studenti e indirizzato agli alunni delle scuole superiori di Parma e del Parmense; una mattinata di dialogo e confronto cui hanno partecipato i licei Bertolucci, Romagnosi, Ulivi, Marconi, Maria Luigia, Sanvitale, Toschi, gli istituti tecnici Bodoni e Melloni, l’Ipsia Levi, l’Iis Giordani.
“Non siamo qui a parlare “solo” di razzismo, ma di tutte le discriminazioni. E siamo qui a ribadire l’importanza di essere contro ogni forma di discriminazione e a ribadire il nostro e il vostro impegno in questo senso”, ha detto in apertura ai tanti studenti presenti l’assessore alle Politiche sociali della Provincia Marcella Saccani, sottolineando l’importanza della scelta della musica come “veicolo” della mattinata (“Quello della musica è un linguaggio universale”). “Il razzismo nega i principi alla base della libertà e della democrazia, e questo va sempre ribadito con forza. A questo proposito mi fa piacere rimarcare l’elezione a presidente della Camera dei deputati di Laura Boldrini, che per i diritti e soprattutto per i diritti degli ultimi si è battuta per tutta la vita”, ha spiegato ancora l’assessore, sottolineando rivolta ai ragazzi che “la scuola è il luogo privilegiato in cui dovete assumervi un impegno quotidiano su questi temi e confermarlo ogni giorno”.

Sul valore della sensibilizzazione dei giovani si è soffermato anche il presidente della Consulta degli studenti Amedeo Parmigiani, che ha parlato della “differenza come ricchezza e non come motivo di esclusione”. “La diversità non deve essere considerata qualcosa di negativo ma di positivo. Ed è, credo, fondamentale che tutti noi facciamo nostri questi temi. Il senso dell’appuntamento di stamattina passa proprio di qui”, ha osservato Parmigiani. Con lui anche il vice presidente della Consulta Giordano Magnani, che ha presentato i diversi momenti della mattina.

Mattina, appunto, di parole e musica. Tra gli intervenuti con “contributi” di parole Cleophas Dioma dell’associazione “Le Reseau”, Francesca Bigliardi di Forum Solidarietà - Centro Servizi per il volontariato di Parma e provincia, Aluisi Tosolini, dirigente del Liceo Bertolucci ed esperto di intercultura, una classe dell’Istituto scolastico Giordani che ha raccontato la sua esperienza “multiculturale”, i ragazzi del Marconi che hanno presentato un breve dialogo scenico sul razzismo e quelli del Romagnosi che hanno proposto riflessioni a partire da alcune parole chiave. In musica, invece, si sono esibiti i ragazzi del Liceo musicale Bertolucci (direzione di Carlo Mastropietro) e il coro multietnico (diretto da Lucia Consigli) dell’Istituto tecnico economico Bodoni.
La settimana contro il razzismo, coordinata nel nostro territorio dalla Provincia, prosegue domani 20 marzo alle 15 al Centro anziani “Il Tulipano” di via Marchesi, con un’iniziativa promossa dalla Provincia in collaborazione con i centri anziani dell’Ancescao. Nell’occasione verrà proiettato il cortometraggio “Il coraggio delle scelte”, realizzato dagli studenti dell’Ite Bodoni, sul tema della nostra emigrazione. All’incontro parteciperanno insegnanti e studenti dell’Ite Bodoni e dell’Associazione “Voglia di leggere”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA