Sei in Archivio

Parma

Pizzarotti su Facebook: "Parlerò direttamente ai dipendenti"

19 marzo 2013, 13:09

Pizzarotti su Facebook:

Per risolvere la protesta dei dipendenti comunali di questi giorni, il sindaco Federico Pizzarotti incontrerà direttamente i dipendenti. «Penso che parlando direttamente a loro si possano eliminare alcune lacune evidenti dovute all’intermediazione e si possa stabilire un clima di fiducia reciproca», ha spiegato facendo il punto della situazione su Facebook, sottolineando che «alla manifestazione, al muro contro muro dei sindacati che non aiuta i lavoratori, alle offese gratuite a chi è sempre stato disponibile a trovare soluzioni, avrei preferito dialogo e confronto».

Nella nota, Pizzarotti ripercorre le tappe normative che hanno portato all’attuale situazione di stallo, ricordando come
«nel dicembre 2012 sia scaduta la normativa nazionale che regolamentava l’erogazione delle indennità accessorie ai dipendenti pubblici», ma che allo stesso tempo «non c'è nessuna volontà di "tagliarle", come è stato fatto passare da qualcuno, ma di rivederle alla luce della normativa e sulla base delle possibilità complessive del Comune». Tanto che «l'accordo che verrà siglato con i sindacati è retroattivo, dunque quanto negoziato verrà recuperato in busta paga dal mese di gennaio». Ma, ha ricordato il sindaco, «per raggiungere l'intesa con le sigle sindacali, per trovare una formula che possa soddisfare i lavoratori, sono state avanzate tre proposte, tutte quante respinte» e il problema, prosegue Pizzarotti, «è che alle mozioni presentate non è seguita una controproposta dei sindacati, se non il sostenere che dovesse essere prorogato l’accordo esistente, cosa non fattibile dal punto di vista normativo». Da qui la scelta di bypassare le associazioni sindacali: «Spero così che al prossimo tavolo di confronto si possa arrivare all’accordo. Chi strumentalizza, o parla senza conoscere, dovrebbe prima informarsi dell’operato e delle norme. Certo i giornali e i media non hanno aiutato a far capire ai cittadini le problematiche reali».