Sei in Archivio

Provincia-Emilia

La solidarietà del sindaco Delrio al dirigente Acer sequestrato da un 57enne

20 marzo 2013, 20:01

«Davanti ai segnali di tensione e di sofferenza sociale forti che stanno emergendo dalla nostra terra, credo occorra un di più di collaborazione e responsabilità da parte di ciascuno di noi per superare la crisi con un’azione di resistenza. Mentre esprimo solidarietà al direttore di Acer di Reggio Emilia, alla dirigenza e ai dipendenti dell’azienda, sono nel contempo vicino a tutti coloro che ogni giorno affrontano la crisi e le loro conseguenze, sia subendole, sia cercando risposte». Lo afferma il sindaco di Reggio Emilia Graziano Delrio dopo i fatti di oggi, in particolare ad Acer Reggio Emilia.

«In questo momento, per conto delle istituzioni, gli uffici pubblici e sportelli sociali - aggiunge - sono molto sotto pressione, ma stanno cercando di fare il proprio lavoro per mantenere in equilibrio i servizi pubblici e per contenere la crisi con le misure possibili, seguendo le regole date come garanzia per tutti i cittadini. Tra le prime cose da tutelare c'è in ogni caso il rispetto delle persone e di quel bene comune che è la convivenza. Per le famiglie in gravi difficoltà, inoltre, alcuni meccanismi di sostegno sono già previsti e attivabili. Pur comprendendo lo stato di disperazione in cui si trovano tanti cittadini, non si può accettare che la rabbia diventi uno sfogo verso singole persone».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA