Sei in Archivio

Provincia-Emilia

Maltempo e frane in montagna: continua l'allerta della Protezione civile

20 marzo 2013, 13:43

L'Agenzia regionale di Protezione civile conferma il prolungamento dello stato di attenzione per criticità idrauliche e idrogeologiche in tutta l’Emilia-Romagna fino alle 15 di domani (giovedì 21 marzo). Il maltempo di questi giorni ha causato frane sull'Appennino; in particolare, è sotto osservazione quella in località Colombaia, a Carpineti (in provincia di Reggio Emilia), dove sono state evacuate quattro persone. Altre tre persone sono state evacuate a Carpineti a causa dell’erosione di una sponda sul fiume Secchia.
A Cerredolo di Toano, sempre nel Reggiano, i volontari dell’Associazione nazionale alpini stanno monitorando da ieri con il Servizio tecnico di bacino quattro abitazioni vicine a una frana su una strada comunale.
Nel Forlivese, a San Benedetto in Alpe, è interrotta per frana la strada statale 67 «Tosco Romagnola»; i volontari della Protezione civile si sono attivati per organizzare il trasporto scolastico. Per quanto riguarda i corsi d’acqua, resta attivo il preallarme sul torrente Secchia: sono interessati i Comuni modenesi di San Prospero-Carpi, Cavezzo, Novi di Modena, San Possidonio e Concordia sulla Secchia. E' ancora attivo il preallarme sul Reno per i Comuni a valle: Baricella, Galliera, Malalbergo, Molinella nel bolognese, Argenta, Poggio Renatico e Sant'Agostino nel ferrarese, Alfonsine e Conselice nel Ravennate.

© RIPRODUZIONE RISERVATA