Sei in Archivio

Spettacoli

Sarah Biacchi: "Do voce alla grande Edith Piaf"

20 marzo 2013, 22:10

Sarah Biacchi:

Margherita Portelli
E'una voce piena di graffi, quella che Sarah Biacchi «indosserà» sabato sera al Teatro del Tempo. Canto, ma anche – e soprattutto – interpretazione, per vestire i panni di una delle più affascinanti artiste del ventesimo secolo: Edith Piaf, la voce francese per eccellenza. Lo spettacolo «Edith», di cui l’attrice e cantante parmigiana sarà protagonista per la regia e il testo di Davide Strava, nasce da un’idea della stessa Biacchi, e si avvale del coordinamento musicale di Lino Patruno, con l’accompagnamento al pianoforte di Ivano Guagnelli.
«Si tratta di uno spettacolo nel quale racconteremo tutta la vita della Piaf – sottolinea Sarah Biacchi -. Per me è stato meraviglioso e al tempo stesso difficile interpretare un personaggio così complesso, il cui canto sembra venire dalle tenebre».  Con la sua compagnia «Nos – Nuovo Orizzonte Spettacolo», l’attrice delineerà un affresco privato della tormentata vita della Piaf. Il testo è scritto e diretto dal talento emergente di Davide Strava (regista che ha assimilato la scuola di Valerio Binasco, Jurij Ferrini, Emanuela Giordano), in una luce privata di cristallina, crudele e spietata umiltà.  Sarah Biacchi sporcherà la voce e l’interpretazione con la ruggine del dolore.
L’artista debutterà con questo spettacolo a Parma, esattamente nel teatro in cui ha mosso i primi passi da attrice, ormai diversi anni fa, prima di partire alla volta della Capitale e di dare il via a una carriera brillante. «Debuttare nella mia città è per me un grande onore – ha voluto sottolineare l’attrice, che dopo la prima parmigiana porterà lo spettacolo a Roma -: ho sempre desiderato farmi conoscere meglio qui a Parma, e a questo spettacolo seguirà un mese “caldo” di eventi ducali per me». Sarah Biacchi, infatti, riceverà il premio «L'angelo del Correggio» come personalità artistica, il primo di aprile, subito dopo aver chiuso il mese dedicato alla festa della donna, il 28 marzo, con un concerto da solista accompagnata dall’arpa di Carla They nel cavedio di palazzo Giordani. Altri importanti eventi cittadini le permetteranno poi di dare prova del suo multiforme talento: Sarah Biacchi è infatti l’unica attrice di prosa in Italia che è anche una cantante lirica. «La vie en rose» non sarà che l’inizio. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA