Sei in Archivio

Sport

I Panthers pronti a difendere il loro scudetto sulla maglia

21 marzo 2013, 22:56

Paolo Mulazzi

Stagione nuova, Panthers vecchi? E’ questa la domanda principe a pochi giorni dall’inizio dell’Ifl. Cambiate alcune carte, pian piano si scopriranno quelle nuove per vedere se dal tris servito si può arrivare al poker. La stagione che porterà al XXXIII Super Bowl è densa di novità, sia in casa nero-argento che a livello di struttura. Quest’ultima è stata ridotta e rimodulata in conseguenza dell’abbandono dei finalisti in due delle ultime tre stagioni ovvero gli Elephants Catania, a ulteriore testimonianza delle sofferenze di tutto lo sport italiano. Le otto squadre rimaste sono suddivise in due gironi da quattro con partite di andata e ritorno (Panthers in quello A, o Nord, con Giants, Rhinos e Seamen, nell’altro Hogs, Warriors, Dolphins, Marines) e per allungare la stagione è stato inserito un intergirone, peraltro monco: ogni squadra di ciascun girone incontrerà solamente due squadre dell’altro, per i Panthers trasferta ad Ancona e derby casalingo con gli Hogs nella penultima settimana. Tutto ciò deciderà le sei squadre che andranno alla post season. Le prime di ogni girone attenderanno sviluppi. Le wild card, per le quali si gioca il 15 e 16 giugno, vedranno gli incroci 2° Sud-3°Nord (wc A) e 2°Nord-3°Sud (wc B). La wc A si giocherà l’accesso al Super Bowl, 6 luglio a Ferrara, contro la prima del girone Nord, la wc B con la prima di quello Sud. Tra marzo e maggio vi saranno alcune soste ma i Panthers non ne usufruiranno per cimentarsi in Europa: come noto, la società vi ha rinunciato per i problemi economici denunciati a suo tempo. «Sì, le cose sono cambiate per la nostra squadra, si gioca un po’ meno, c’è qualche sosta. In ogni caso il campionato è ancora forte e ci sono molte squadre che possono vincerlo – commenta coach Andrew Papoccia -. Per noi è una nuova sfida per vincere lo scudetto, c’è più responsabilità perché gli altri vorranno vincere con maggior forza contro di noi».
Per vincere questa nuova sfida il presidente Ivano Tira, cancellando le ipotesi nefaste di un paio di mesi fa, si è affidato anche quest’anno a tre statunitensi (per regola solo due stranieri possono scendere in campo contemporaneamente, altra novità). Cambia il colore della pelle rispetto all’anno scorso e un po’ la sostanza. Johnson, il difensore, Christian e Karsetter, gli attaccanti, sono atleti su cui Papoccia confida molto. «Quest’anno abbiamo scelto giocatori molto atletici e non si limiteranno a giocare in un solo ruolo. Christian, ad esempio, ha giocato come running back, come ricevitore, come specialista; in questo modo possiamo fare schemi particolari e per le difese sarà più difficile sapere cosa facciamo». Musica per le orecchie, dunque, anche dell’offensive coordinator Paolo Borchini il quale la sua personale vittoria l’ha già registrata: è stato nominato head coach della Nazionale Under 19. Gli avversari dicono Panthers un gradino sopra tutti o comunque favoriti: per l’abitudine a vincere, per un gruppo solido e collaudato. Giants e Seamen, che si scontreranno nella prima giornata, sono tra gli avversari più accreditati. I milanesi, confermando LaSecla (gli altri sono Souder, miglior giocatore della scorsa stagione, e Aubhoff, 23enne reduce da un lungo stop per infortunio nella CFL), hanno due stranieri su tre che conoscono l’Ifl. I bolzanini sono andati vicini alla finale lo scorso anno e con i nuovi inserimenti puntano a far meglio. I Dolphins compiono trent’anni: non sono tra i più papabili ma la ricorrenza potrebbe infondere loro uno spirito diverso. E ogni annata può avere la sua mina vagante. In un campionato così ristretto ogni sconfitta potrebbe costare cara, specialmente se al termine della regular season vi fosse un arrivo a pari punti. L’adrenalina, quindi, sarà sempre alta. Da sabato la carta e le parole daranno spazio al campo e ai fatti. Si parte con la trasferta dell’Arena contro i Rhinos ma vi sarà subito una sosta prima dell’esordio casalingo: il 7 aprile a Moletolo saranno di scena i Giants. Sempre a Moletolo i Panthers chiuderanno la regular season contro i Seamen.