Sei in Archivio

Provincia-Emilia

Il musical riscalda il "Moruzzi" con tre voci di livello internazionale

22 marzo 2013, 00:28

Il musical riscalda il

Samuele Dallasta

Il pubblico nocetano è rimasto incantato dinnanzi all’esibizione di Gian Marco Schiaretti, Tania Tuccinardi e Fabrizio Voghera, tre affermati cantanti che, in un teatro «Moruzzi» per l’occasione gremito, hanno portato in scena il loro spettacolo de «Le Voci del Musical». I tre hanno cantato brani tratti da  «Notre Dame de Paris», «Giulietta e Romeo», «Chicago» e «Cats» ma anche canzoni ripescate da colonne sonore di film indimenticabili e dal repertorio dei grandi artisti delle musica italiana. Ed il pubblico in sala ha apprezzato e dimostrato di gradire lo spettacolo con diversi applausi. D’altronde, come non capirli dato che gli artisti sul palco sono ormai affermati a livello internazionale ed hanno un curriculum di tutto rispetto. Infatti, tutti e tre in carriera hanno lavorato nei musical di Riccardo Cocciante: Fabrizio Voghera in «Notre Dame de Paris» è stato Quasimodo e Frollo, Tania Tuccinardi in «Giulietta e Romeo» è stata Giulietta ed Esmeralda in «Notre Dame de Paris», mentre Gian Marco Schiaretti, felinese cui parte della famiglia ha origini nocetane, è stato Mercuzio in «Giulietta e Romeo». Inoltre Schiaretti in questo periodo si trova ad Amburgo per le prove del musical della Disney «Tarzan» di cui lui stesso sarà il protagonista.
Lo spettacolo è stato inoltre impreziosito dai contributi video dei film o dei musical su cui i tre, a volti da solisti a volte insieme o in coppia, si stavano per andare ad esibire. Lo spettacolo, organizzato dall’amministrazione comunale, in particolare dall’assessorato alle Pari opportunità, in collaborazione con la banca «Carisbo», è stato allestito dedicandolo alla «Giornata Internazionale della Donna».
Per Natalina Dazzan, assessore alle Pari opportunità, lo spettacolo è andato bene. Secondo l’assessore Dazzan infatti: «Per me portare questi artisti a Noceto è stata una soddisfazione grandissima, il teatro era gremito e penso che questo basti per dire quanto questi cantanti siano stati bravi nella loro esibizione». Inoltre, l’assessore Dazzan, che nel suo discorso al pubblico ha anche citato Christine Lagarde, presidente del Fondo monetario internazionale, e Laura Boldrini, neo presidente della Camera dei deputati, ha sottolineato anche che: «Nel 2012, sono state 124 le donne uccise. Tutto questo ha portato alla nascita di un nuovo termine: femminicidio. Davanti a questo la nostra coscienza si sconvolge. Parma è stata una delle città che prima di altre si è dotata di un centro antiviolenza e ora, in questo complicato momento storico, sono previsti ulteriori tagli ai finanziamenti per questi centri che sopravvivono grazie alla presenza di volontari, medici, avvocati, psicologi ed educatori ai quali sarebbe importante che anche noi dimostrassimo solidarietà. Sono convinta che, per far calare i reati conto le donne, sia fondamentale sensibilizzare tutti i luoghi preposti all’educazione, in particolare la scuola e le famiglie».
Intanto, si coglie l’occasione per comunicare ai nocetani, in particolare alle nocetane, che alla biblioteca «Don Milani» di via Boni e Gavazzi di Noceto è da poco possibile consultare il «Dizionario Biografico delle Parmigiane».
Il volume, unico nel suo genere, curato da Fabrizia Dalcò e realizzato grazie all’interesse della Provincia di Parma e al contributo della Fondazione Cariparma, racconta la vita di molte donne di Parma e provincia. Tra queste vi sono anche molte nocetane, circa una ventina, che, per diversi motivi, hanno lasciato il segno nella comunità in cui vivevano entrandone di diritto nella storia.