Sei in Archivio

Viaggi

Fuoriporta Decine di monumenti aprono le porte

22 marzo 2013, 14:01

rubrica a cura di Andrea Violi

Tutti gli appuntamenti del weekend nel Parmense sono sulla Gazzetta di Parma in edicola ogni sabato. Per chi volesse un'alternativa fuori provincia, ecco alcune segnalazioni.  

PALAZZI E MONUMENTI APRONO AL PUBBLICO DUE GIORNI ALL'ANNO. Una giornata nel segno della solidarietà attraverso la scoperta dei luoghi colpiti dal sisma di maggio. La 21° "Giornata Fai di primavera" in Emilia-Romagna aprirà al pubblico luoghi di rilevanza artistica spesso inaccessibili. Per l'edizione 2013, in particolare, saranno "aperti" itinerari per scoprire Pieve di Cento (Bologna) e Finale Emilia (Modena), due delle località più colpite dal terremoto.
«Questa iniziativa - ha detto il presidente della Regione, Vasco Errani - è ormai nella storia culturale di questo Paese ed è in grado di valorizzare beni nascosti e chiusi. In questo quadro è stata fatta la generosa e apprezzabile scelta dell’incrocio con il terremoto. Per noi, quello di ricostruire i beni culturali è stato uno dei punti forti fin dall’inizio e stiamo già lavorando in questa direzione».
Il Fai, in particolare, ha scelto di sostenere la ricostruzione del municipio di Finale Emilia con una raccolta fondi (alla quale ha contribuito anche l’apertura straordinaria della casa di Lucio Dalla tra novembre e dicembre) che, come ha spiegato la presidente regionale Fai, Marina Senin Forni, ha raggiunto i 450mila euro.

Bussola
 La Giornata Fai in Emilia-Romagna
- Dal palazzo vescovile di Reggio alla pineta di Classe a Ravenna, dall'abbazia benedettina di Modena alle curiosità: scopri tutte le iniziative della Giornata Fai in regione
In particolare, a Bologna i 200 studenti "Apprendisti Ciceroni" di dieci scuole locali offriranno visite guidate anche in spagnolo, ucraino romeno e filippino; a Ravenna visite in inglese, macedone, arabo, filippino, albanese e romeno.
 Le iniziative nel Parmense
 Come arrivare? Elabora il tuo itinerario
 Il sito ufficiale della manifestazione con le iniziative nel nostro Paese

In tutta Italia il Fai (Fondo Ambiente Italiano) aprirà 700 luoghi, con visite a contributo libero: chiese, palazzi, aree archeologiche, ville, borghi, giardini, persino caserme, centrali idroelettriche e un osservatorio astronomico.
«La Giornata Fai è aperta a tutti ma un trattamento privilegiato viene dedicato agli iscritti Fai, a chi sostiene la Fondazione con partecipazione e concretezza - dice un comunicato -. A loro saranno dedicate visite esclusive, corsie preferenziali, eventi.
Queste sono solo alcune delle aperture riservate agli iscritti: la Caserma dei Corazzieri del Quirinale a Roma, sede della guardia d’onore del Presidente della Repubblica», Palazzo Serbelloni a Milano, «splendido esempio di architettura neoclassica  realizzato  nella  seconda   metà del XVIII  secolo e  che   ospitò  Napoleone  e  Metternich; l’Alloggio del  Rettore dell’Ex Convitto Nazionale  Tolomei  a  Siena, con  tre straordinari   ambienti neoegizi ritrovati e riportati di recente al loro splendore» e altri monumenti. «Naturalmente - aggiunge l'associazione - sarà possibile iscriversi al Fai durante tutto lo svolgersi della manifestazione per usufruire subito dei vantaggi riservati agli iscritti».

MONTECCHIO CELEBRA IL MAESTRO INTAGLIATORE RICCARDO BOSELLI. Il Comune di Montecchio Emilia e l'Associazione culturale "La Bottega di Intaglio e tarsia" di Aiola organizzano la mostra "Riccardo Boselli - Nel centenario della nascita" per commemorare l’anniversario del famoso maestro di intaglio del legno.
Nel cortile interno del castello di Montecchio, da sabato 23 marzo a lunedì 1° aprile saranno esposte opere di grande e piccolo formato di Boselli, in una "antologica" il più possibile esaustiva dei lavori di intaglio e di scultura lignea lasciati dal Maestro.
A corredo della mostra è stato inoltre pubblicato un volume curato da Giuseppe Bertolini allievo di Boselli, con numerose foto d'epoca, sull'opera tecnica e umana di Riccardo Boselli. La mostra sarà inaugurata sabato 23 marzo alle 10,30: parteciperanno il sindaco Paolo Colli, dell’assessore alla Cultura Andrea Costi, dei rappresentanti dell’associazione La Bottega di Intaglio e Tarsia e dei famigliari di Riccardo Boselli.
Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito www.comune.montecchio-emilia.re.it oppure rivolgersi direttamente alla biblioteca comunale al numero 0522/861864.

Bussola
 Dove si trova il castello: guarda la cartina 

I CAVALIERI COMBATTONO NELLA ROCCA DI CASTELL'ARQUATO. Domenica 24 marzo nella rocca di Castell'Arquato, in provincia di Piacenza, il gruppo Gens Innominabilis propone una giornata con dimostrazioni di combattimenti in stile medievale. Si può seguire il torneo alle 11, alle 15 e alle 17. Ingresso a pagamento.
 Dove si trova Castell'Arquato: guarda la cartina 

(foto: il Castello di Padernello di Borgo San Giacomo, in provincia di Brescia, eccezionalmente aperto al pubblico per le Giornate Fai di primavera)