Sei in Archivio

Auto

Per il Maggiolino è l'ora di scoprirsi

22 marzo 2013, 18:52

Per il Maggiolino è l'ora di scoprirsi

Icona di stile e di sportività, ma anche simbolo degli anni sessanta e settanta, della beat generation e di chi ha sempre voluto distinguersi dalla massa. Dopo il lancio della sorella coupé, torna sul mercato la versione cabriolet di Maggiolino. Un mito che si rinnova, pur conservando le peculiarità e le caratteristiche che negli anni l’hanno reso una vettura simbolo del marchio Volkswagen. Basta guardare i numeri: dal 1949 sono stati 565mila i Maggiolini decappottabili venduti tra prima generazione (dal 1949 al 1998, anche se in alcuni mercati la vendita è proseguita fino al 2003) e seconda (nota come New Beetle e introdotta proprio nel 2003). Più difficile stabilire quanti esemplari cabrio siano stati venduti in Italia: di quelli storici si ha notizia di circa diecimila unità, secondo le cifre diffuse dal registro Asi, mentre delle New Beetle cabrio si parla di circa 8.500. In Italia il novo Maggiolino cabrio, costruito nell’impianto di Puebla in Messico, sarà in vendita a partire da 23.800 euro. 

Due gli allestimenti: Design, per chi insegue lo stile, e Sport, per chi non rinuncia a una guida più dinamica. In abbinamento, i più nostalgici potranno scegliere tre pack aggiuntivi, che rievocano gli stili degli anni passati: Fifty edition (più stilosa) e Seventy (elegante), disponibile a partire dall’allestimento Design, e infine la Sixty edition (dall’allestimento sport) dal carattere più cool. 
Cinque i motori. Si tratta di propulsori turbo quattro cilindri a iniezione diretta. Tre i benzina: 1.2 TSI, 1.4 TSI e 2.0 TSI rispettivamente da 105, 160 e 200 Cv. Per quanto riguarda il diesel l’offerta si arricchisce con due motori TDI, un 1.6 da 105 Cv e un 2.0 da 140 Cv (tutti abbinabili a un cambio manuale o a un DSG). Esternamente quello che balza agli occhi sono le dimensioni maggiorate rispetto alla versione precedente: è infatti più lungo di 152 mm e più largo di 84 mm, mentre risulta più basso di 29 mm a tutto vantaggio della sportività. Tutto questo si traduce in una maggiore capienza: il nuovo Maggiolino conserva la configurazione 4 posti e ha una capacità di carico di 225 litri sia con capote chiusa che aperta. A proposito, l’apertura avviene in appena 9”5, anche in movimento fino a 50 km/h. In Italia è previsto di serie il frangivento posteriore che si può ripiegare e inserire nel bagagliaio. Come già sulla coupé, anche la versione scoperta monta un sistema di protezione roll bar di serie capace di aumentare la sicurezza passiva.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA