Sei in Archivio

Provincia-Emilia

Salso, è ufficiale la candidatura di Matteo Orlandi

22 marzo 2013, 21:36

Salso, è ufficiale la candidatura di Matteo Orlandi

Matteo Orlandi è candidato sindaco per il movimento civico «Cambiare Salsomaggiore». La decisione è stata presa dai membri del gruppo durante l’assemblea dell’altra sera e per Orlandi sarà la seconda volta, dopo la candidatura alle amministrative del 2011.
 «Per l’esperienza già maturata, per le capacità professionali e le doti umane, Orlandi è stato confermato come nostro candidato – spiega la portavoce del movimento Alice Gerra –. Non è stata una scelta scontata, lo stesso Matteo aveva proposto la possibilità di cambiare candidato. Tuttavia, in questo momento delicato per Salso, la nostra lista ha deciso di presentare non un ''uomo nuovo'' digiuno da ogni attività politica, ma una persona che può vantare di aver avuto alle spalle un’esperienza amministrativa importante».
«Il gruppo  - aggiunge la Gerra - prima con l’entusiasmo del 10% ottenuto alle scorse elezioni e poi con Matteo consigliere di minoranza, è cresciuto: sebbene il nostro movimento fino ad ora sia stato identificato spesso solo con la figura di Orlandi, in un certo senso siamo tutti candidati sindaco, perché è proprio grazie all’impegno in prima persona di ogni partecipante al movimento, che ''Cambiare Salsomaggiore'' si è allargato».
«Ho accettato questo impegno  - spiega Orlandi - perchè so di avere con me una squadra di persone valide, motivate, che ha continuato ad approfondire le proposte per Salso. Non ci siamo mai fermati dopo le elezioni del 2011. E lo stesso faremo dopo il voto, qualunque sia il risultato. Salso può tornare grande ma serve uno sforzo, che coinvolge non solo l’amministrazione ma tutta la comunità. Serve una vera rivoluzione nel turismo, nella gestione della macchina amministrativa, nelle politiche termali, nelle scelte urbanistiche».
 «Salso   - spiega ancora - deve diventare una città nuova, con una proposta turistica innovativa che unisca tutti i punti di forza del territorio (a partire dalle Terme) sotto l’ottica dello ''stare bene'', supportata da una forte campagna promozionale e di marketing. Se l’economia gira bene anche il resto della città funziona: si possono ridurre le tasse, aumentare i servizi, rendere il paese vivo. Accanto ai grandi temi, che vanno risolti uno ad uno, con decisione, ci sono poi le ''piccole cose'' che ogni cittadino deve affrontare ogni giorno, dalle buche nelle strade, al decoro urbano, senza dimenticare lo snellimento della burocrazia, servizi efficienti e un rapporto costante dell’amministrazione con il cittadino».
 Per Orlandi «uno dei nostri punti di forza è quelli di essere davvero liberi: siamo fuori da ogni partito, non abbiamo ''ordini'' provinciali o nazionali a cui sottostare, ma decidiamo a Salso il futuro di Salso, in modo trasparente. Allo stesso tempo, però, abbiamo instaurato una forte rete di contatti con altri enti. Non sarò solo in questo percorso: nei prossimi giorni comunicheremo il nome del vicesindaco e di alcuni esponenti della giunta. Stiamo preparando anche la lista dei candidati per il Consiglio».
«Sono pronto, insieme al mio gruppo, a guidare questa città con umiltà, ma anche tanta decisione. In questi mesi abbiamo ancora possibilità di crescere e per questo lancio un appello agli imprenditori, ai liberi professionisti, alle categorie, a tutta la città, per seguirci in questo grande processo di cambiamento. Il nostro è un progetto a porte aperte: crediamo in una nuova «politica» nel senso vero del termine, ovvero impegno per la città, senza altri fini».