Sei in Archivio

Il vino

Dom Perignon. Vintage Rosé 2002: il migliore di sempre

24 marzo 2013, 16:12

Dom Perignon. Vintage Rosé 2002: il migliore di sempre

«La luce era magnificamente splendente, dorata, satura, quasi californiana», racconta Richard Geoffroy Chef de Cave Dom Perignon, «l’estate indiana arrivata dopo la pioggia permise una maturazione di insperata qualità». Stiamo scrivendo di quello che molto probabilmente è il miglior Dom Perignon di tutti i tempi (delle versioni di sboccatura «primaria») il Vintage Rosé 2002 (G), l’anno che passerà alla storia per le condizioni climatiche quasi perfette per la regione dello Champagne. Nonostante la primavera secca e i temporali estivi, i grappoli alla fine di agosto non erano arrivati alla giusta maturazione, quando all’inizio di settembre si creò quella famosa «luce dorata» perfetta per una vendemmia unica. Uno Champagne dai profumi di arancia, ciliegia, un quid di rosa e note sapide, speziate (cannella in primis). In bocca è vibrante, cremoso, morbido, carezzevole con un finale lungo, aromatico, caloroso. Il deus ex machina di questo capolavoro è l’ormai celebratissimo Richard Geoffroy, contestatore ante litteram preferì laurearsi in medicina piuttosto che seguire le orme famigliari legate al mondo dell’enologia, ma il richiamo della vigna fu più forte e tornò sui suoi passi. In breve diventò uno dei più apprezzati Chef de Cave del mondo enoico per le sue doti di intuizione, ironia, carattere, passione e creatività. I suoi Dom Perignon sono vere opere d’autore ma il massimo exploit è il Rosé 2002 che gli fa dire: «Raramente un Vintage Rosé ha espresso e illuminato lo spirito di Dom Perignon in modo così preciso. Dom Perignon non sarà mai come prima». E prosegue: «un colore unico. Ci son voluti dieci anni per questa nuance, che non sai dire se è giovane o matura, ma che ora sfiderà il tempo, infischiandosene dell’età, e resterà così per un intervallo abbastanza lungo da potersi dire, per un vino, un sempre. E se non è un paradosso questo...».

FASCE DI PREZZO
Legenda: prezzo medio in enoteca                                     
A    fino a    5 €                                               
B   da          5  a  10                                      
C   da         10 a  20                                      
D   da        2035                                      
E   da         3550                                      
F   da         50100                                    
G  oltre i              100 €                                   


 

© RIPRODUZIONE RISERVATA