Sei in Archivio

Sport

Donadoni a Bar sport: "Dobbiamo trovare il modo di dare il massimo nel finale" Il Milan? Nessun contatto: io penso al Parma

25 marzo 2013, 13:18

Donadoni a Bar sport:

Roberto Donadoni ospite della puntata speciale di questa sera di Bar Sport, in onda su Tv Parma dalle ore 20.30

Si parte dalla sosta per la Nazionale ("Abbiamo lavorato bene") e dalla crisi di risultati, con lo sguardo al finale di campionato. "Tante squadre hanno obiettivi precisi. Noi dobbiamo trovare iol modo di dare il massimo"

L'Europa può essere ancora un obiettivo? "Io nella mia carriera, anche quando ho vissuto momenti felici come coppe o simili, sono sempre stato abituato a pensare alla partita successiva. Non serve fare ragionam,enti a lunga scadenza".

Perchè la squadra non sempre concretizza quanto costruisce? "Bisogna ammettere che ci possono essere dei limiti. Io stesso avevo qualità e facevo assist, ma di gol ne segnavo pochi. Dobbiamo crescere".

Zero gol nel primo quarto d'ora, due nelle prime mezzore: su che cosa bisogna lavorare per superare questo limite e per svegliare la squadra affinchè possa aggredire la partita (anche se è giusto aggiungere che poi ci sono ottimi finali) ?   "Non è una questione fisica, piuttosto troppo spesso ci adeguiamo agli atteggiamenti dell'avversario: vediamo che cosa fanno gli altri....E questo non va".

Amauri e Sansone avevano caldeggiato il 4-3-3: può essere questo il modulo migliore? "Non credo che ci sia un modulo giusto. Dipende da come lo si interpreta". La partita migliore? "Forse quella con l'Inter, ma ci sono state altre partite in cui magari non abbiamo raccolto il risultato, ma la squadra mi ha dato impressioni positive"

C'è chi dice che Donadoni abbia una filosofia più adatta a una grande squadra.... "E' un'opinione. In realtà credo che sia sempre meglio cercare di imporre il proprio gioco piuttosto che arroccarsi e subire gli avversari per sfruttare magari l'occasione. Però in realtà occorre il giusto equilibrio".

Molti tifosi reclamano Ninis. "Se il trequartista fosse la soluzione, ovviamente sbaglieremmo a non utilizzarla. In realtà i giocatori che meritano sono tanti: penso ad esempio anche a Morrone".

Inevitabile una domanda sul suo possibile futuro al Milan. "Non c'è stato nessun contatto. A me, come ho già detto, piace vivere giornata per giornata: io sono al Parma e penso solo a quello che devo fare con il Parma".