Sei in Archivio

Provincia-Emilia

Sissesi a tavola con Guerrino: "Salviamo la rocca"

25 marzo 2013, 20:01

Sissesi a tavola con Guerrino:

Cristian Calestani

I sissesi sono ancora tanto affezionati alla loro rocca. L’hanno dimostrato partecipando in massa alla cena benefica organizzata grazie alla partecipazione del celebre cuoco Guerrino Maculan.
 Il cinema-teatro comunale di via Ferrari, per una serata trasformato in una maxi sala da pranzo, ha accolto 160 persone che hanno assaggiato i piatti del cuoco reso celebre dalla tv ma che, soprattutto, hanno voluto contribuire con un gesto simbolico alla raccolta fondi per la ristrutturazione della rocca, chiusa dal gennaio del 2012 a seguito dei danni provocati dal terremoto.
A fine serata – grazie anche ad una lotteria che ha visto in palio decine di opere dell’artista sissese Silvia Ragazzini e del fotografo Luciano Martelli – sono stati raccolti più di 5 mila euro a favore della rocca.
«Sono contentissima della riuscita di questa serata – ha detto il sindaco di Sissa Grazia Cavanna, che si è destreggiata come cameriera tra i tavoli al fianco dei volontari dell’Associazione anziani -. Si è sentito l’orgoglio della gente di essere parte di questa comunità. L’incasso non sarà certo sufficiente per risolvere i tanti problemi della rocca, ma la partecipazione di questa sera vuol dire che Sissa c’è e vuole vedere la rocca nel proprio futuro. Tante persone hanno compiuto un piccolo gesto e tante goccioline fanno il mare. Un ringraziamento è doveroso a tutti coloro che si sono impegnati, in modo del tutto volontario, per l’organizzazione di questo bellissimo appuntamento».
 Una sorpresa simpatica e gradita, nel corso della serata, è stata la lotteria con in palio venticinque tra acquerelli e dipinti di Silvia Ragazzini e foto di Luciano Martelli.  «Mi è sembrato un bel gesto per cercare di raccogliere ulteriori fondi a favore della nostra amata Rocca» le parole della Ragazzini che è anche assessore alla Cultura del Comune di Sissa rappresentato da diversi assessori e consiglieri affiancati anche da Nicola Bernardi, sindaco di Trecasali con cui si è iniziato il percorso di fusione. Tutta di stampo culinario, invece, la frase con cui lo chef Guerrino ha commentato la serata: «tanti piccoli chicchi fanno il grano. Se a Sissa si continuerà con questa generosità presto vi sarà un grande granaio».
Guerrino, che aveva promesso di organizzare una cena benefica pro-Rocca durante il november Porc del quale era stato ospite speciale, ha preparato un menù prettamente del Veneto, territorio nel quale vive.
L’antipasto però è stato contraddistinto anche dall’immancabile spalla cruda di Palasone. In tavola sono così stati serviti antipasto freddo del conte Terzi (insalata di finocchi e arance con spalla cruda di Palasone) e antipasto caldo di Longofredo (sfogliata con funghi Valsugana e prosciutto).
 Quindi zuppa d’orzo della Rocca e asparagi di Bassano e gargati al capriolo con frutti di bosco. Per secondo teneresso di manzo con patate macario e delizia del Torrione come dessert.