Sei in Archivio

Parma

Anticipata di una settimana la fiera del fungo porcino di Albareto

26 marzo 2013, 23:15

Giorgio Camisa
La concomitanza delle date tra la Fiera nazionale del Fungo Porcino di Albareto e la Sagra del fungo porcino di Borgotaro aveva dato adito a discussioni e ingiustificati malumori in entrambi i comuni della Valtaro.
La manifestazione di Albareto si sarebbe dovuta tenere il 13, 14 e 15 settembre;  quella di Borgotaro, il 14 ed il 15 sempre di settembre.
Il comitato direttivo di Albareto presieduto da Davide Riccoboni ha deciso di spostare, solo ed esclusivamente per quest’anno, le date della Fiera che non si terrà, come di consuetudine, il secondo weekend di settembre ma il primo, ossia il 6, 7 e 8 settembre.
«Abbiamo preso in considerazione tutti - spiega Riccoboni - i pro ed i contro che vi potevano essere nel mantenere la concomitanza, che ci tengo a ribadire ancora una volta è stata dettata dal calendario. La decisione di anticipare le date della fiera non è stata una decisione presa alla leggera, vista anche la mole di lavoro che l’organizzazione comporta, con duecento e più  volontari che rendono possibile la realizzazione di una manifestazione di tali proporzioni, l’unica che può vantare il titolo di nazionale. E prima di un’eventuale spostamento, il comitato ha dovuto considerare la possibile presenza o meno di tutti».
«Di certo so che non mancheranno le polemiche ma, prima di prendere una tale decisione, dovevamo essere sicuri al cento per cento e vagliare tutte le possibilità». 
«Purtroppo non si poteva pensare di mantenere nelle stesse date due manifestazioni che, seppure sostanzialmente differenti, riguardano lo stesso prodotto. Tale sovrapposizione avrebbe probabilmente recato danno non solo alle stesse manifestazioni, ma anche un danno turistico alla vallata, senza poi pensare all’immagine negativa che avrebbero dato i due eventi, non coordinati tra loro, agli occhi degli avventori ed appassionati del Porcino. Abbiamo anche informato il comitato di Borgotaro della decisione di spostare la Fiera al primo weekend:  ci hanno ringraziato della comprensione e per il considerevole sforzo fatto per la buona riuscita di entrambi gli eventi».
Quindi è deciso, la concomitanza delle due manifestazioni sul porcino non è più un problema, il Comitato della manifestazione di Albareto è riuscito, per il bene turistico della vallata, a modificare quanto pianificato e quindi ad anticipare al primo weekend la Fiera nazionale del fungo porcino di Albareto.