Sei in Archivio

Italia-Mondo

Bersani getta la spugna: anzi no, è in stallo. Ora verifiche dirette di Napolitano

28 marzo 2013, 20:23

Bersani getta la spugna: anzi no, è in stallo. Ora verifiche dirette di Napolitano

Pierluigi Bersani si è "arreso". Il leader Pd ha riferito al Presidente della Repubblica che le sue consultazioni non hanno portato esito positivo. Ora Napolitano si riserva tempo per condurre direttamente nuove verifiche

Più precisamente, il capo dello Stato si è riservato di «prendere senza indugio iniziative che gli consentano di accertare personalmente gli sviluppi possibili». Lo ha detto il segretario generale del Quirinale Donato Marra.

Queste, invece, le parole di Bersani:  «Ho riferito dell’esito del lavoro di questi giorni, che non hanno portato a un esito risolutivo. Ho spiegato le ragioni e illustrato gli elementi di comprensione anche positivi attorno ad alcuni punti» ma ho «descritto anche le difficoltà derivate da delle preclusioni o condizioni che non ho ritenuto accettabili»

Domani le consultazioni - Le consultazioni del presidente Napolitano si svolgeranno domani, venerdì, in un solo giorno. Il portavoce del Quirinale ha spiegato che si parte alle 11 con il Pdl, alle 16 con M5S, alle 17 Scelta Civica, alle 18 con il Pd.

"Contrordine compagni": Bersani non ha rinunciato - Pier Luigi Bersani è ancora in campo e la palla ce l’ha Napolitano.

La situazione è complicata – spiegano fonti del Pd – e il Capo dello Stato ha preferito prendersi qualche ora in più per verificare quali condizioni ci saranno a breve.

 

 

 

.

© RIPRODUZIONE RISERVATA