Sei in Archivio

Parma

Bruzzone, diario di una criminologa che difende le donne

28 marzo 2013, 12:55

Bruzzone, diario di una criminologa che difende le donne

Nicole Fouquè

«Ognuno deve fare la sua parte, la denuncia non è un punto di arrivo ma quello di partenza». Queste le frasi ripetute come un vero e proprio grido d’allarme da chi di vittime ne ha conosciute tante, troppe. Roberta Bruzzone, criminologa e psicologa forense è stata ospite ieri sera alla libreria Ubik per presentare il suo libro «Chi è l’assassino. Diario di una criminologa», evento che si inseriva nel programma «Secondo me la donna, otto marzo 2013», promosso dal Comune di Parma.

In una sala gremita di gente la Bruzzone, anticipata dal vicesindaco Nicoletta Paci e dall’Assessore al Welfare Laura Rossi, ha parlato anche di quei casi che coinvolgono da vicino la nostra città, come la proposta di semilibertà per Mario Alessi: «Il caso del piccolo Tommaso Onofri è tra i peggiori crimini del nostro Paese e credo che il magistrato di sorveglianza debba pensarci veramente bene prima di concedere la semilibertà a chi ha fatto un simile omicidio. Ci vuole la massima severità»......................Articolo completo sulla Gazzetta di Parma in edicola

© RIPRODUZIONE RISERVATA