Sei in Archivio

Parma

Favia: "Chiudere il cantiere dell'inceneritore"

28 marzo 2013, 20:25

Chiudere anticipatamente il cantiere e trovare una ricollocazione sul mercato dei macchinari già acquistati dal Paip (Polo ambientale integrato di Parma), funzionali al completamento dell’inceneritore di Parma: è quanto chiede, in un’interrogazione alla Giunta regionale, Giovanni Favia. Il consigliere ricorda che l’Assessore all’Ambiente, Sabrina Freda, si è espressa per una progressiva chiusura di tutte le discariche e di tutti gli inceneritori attivi nel territorio regionale. Aggiunge che «da un report provinciale emerge che in provincia di Parma è in costante aumento la raccolta differenziata e che comincia a ridursi la quantità di rifiuti prodotta».

Alla luce della «inutilità» della costruzione dell’ inceneritore di Parma, Favia chiede all’esecutivo regionale di intervenire nell’ambito del Prgr (Piano Regionale di Gestione Rifiuti), prevedendo una riconversione del Paip di Parma, anche tramite «la ricollocazione sul mercato internazionale dei macchinari già acquistati o installati sul cantiere». Favia chiede inoltre di valutare se il Prgr possa tenere conto di una possibile non apertura o chiusura prematura dell’inceneritore di Parma, e in caso affermativo quali alternative siano possibili.