Sei in Archivio

Parma

Dipendenti comunali: accordo sul fondo produttività. L'apporto degli autovelox

29 marzo 2013, 14:42

Dipendenti comunali: accordo sul fondo produttività. L'apporto degli autovelox

Schiarita pasquale, nel nuovo faccia a faccia tra i rappresentanti dei lavoratori del Comune e la delegazione che tratta per conto del sindaco Federico Pizzarotti. Già questa mattina era emerso che non c'era più il muro contro muro. ( I dettagli nel servizio del TgParma delle 12,45 ).

Poi, è arrivata la notizia di un vero e proprio accordo, perlomeno sulla somma di 4,8 milioni del fondo di produttività (contro la precedente ipotesi di riduzione a 4,6 milioni). Questa l'intesa, che ora dovrà essere concretizzata attraverso tavoli tecnici.

Quanto alla provenienza del fondo di produttività, si è parlato dei proventi delle multe della Polizia municipale: in particolare, a irrobustire le casse comunali si contano fino a 10 milioni attraverso i due autovelox recentemente installatio in tangenziale sud.

Le precisazioni del Sulpm - La scrivente Organizzazione Sindacale, tiene a precisare che l’intesa raggiunta oggi, tra le OO.SS. e l’Amministrazione, prescinde dalle “multe” accertate mediante autovelox, recentemente installati in Tangenziale Sud, ma deriva da un piano di razionalizzazione delle risorse e da altri capitoli di risparmio.
L’integrazione al fondo 2013, tramite i proventi delle violazioni al Codice della Strada, vanno a coprire una voce percentualmente irrisoria, stimabile, infatti, in 140.000 euro su 4,8 milioni totali ed è finalizzata al potenziamento dei servizi per il miglioramento della sicurezza urbana, della sicurezza stradale, dell’educazione stradale e del servizio notturno, come, d’altronde, stabilisce lo stesso Codice della Strada.
Si precisa, altresì, che la somma destinata per l’anno 2013, derivante dalla citate “multe”, risulta essere invariata rispetto a quanto destinato nell’anno 2012, quando ancora gli autovelox in Tangenziale non erano stati ancora istallati, risultando evidente che a fronte di un (presunto) maggiore introito derivante dalle sanzioni, non segue un aumento dei fondi da destinare alla Polizia Municipale per il miglioramento dei su citati servizi, i quali, bisogna ricordarlo, sono rivolti alla cittadinanza.

La Segreteria Territoriale
S.U.L.P.M.
Parma