Sei in Archivio

Viaggi

Fuoriporta Due giorni di festa fra i castelli. A Ferrara c'è il tango al museo

29 marzo 2013, 18:34

Fuoriporta Due giorni di festa fra i castelli. A Ferrara c'è il tango al museo

rubrica a cura di Andrea Violi

Tutti gli appuntamenti del weekend nel Parmense sono sulla Gazzetta di Parma in edicola ogni sabato. Per chi volesse un'alternativa fuori provincia, ecco alcune segnalazioni.

Pasqua al museo da Veleia a Ferrara
I resti monumentali della romana Veleia, la plurimillenaria storia di Parma, l’unicità dell’etrusca Marzabotto, gli strepitosi corredi della necropoli di Spina, i mosaici e le tombe della romana Sarsina o la vita laboriosa della villa rustica di Russi. Ce n’è davvero per tutti i gusti per chi volesse trascorrere il ponte di Pasqua visitando i musei e le zone archeologiche statali dell’Emilia-Romagna.
Nelle giornate di Pasqua e del Lunedì dell’Angelo il pubblico troverà aperti tutti i musei gestiti dalla Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Emilia-Romagna, che rinunciano alla chiusura del lunedì per far conoscere i propri scavi e collezioni.
Il Museo Archeologico Nazionale di Ferrara (Via XX Settembre 122, info 0532-66299), aperto in entrambi i giorni dalle 9,30 alle 17, ospita il 31 marzo “Pasqua Tango a Ferrara”: dalle 15 alle 17 due ore di lezione con il milonguero Pablo Petrucci e la moglie Rita Grasso, dalle 15 alle 16 “Naturale come camminare. Alle radici dell’eleganza” e dalle 16 alle 17 “Divertirsi con la milonga (II°), Lisa y traspié”. Inoltre, fino al 23 aprile, è allestita la mostra “Uomini che inseguono le donne. La non-immagine della violenza sulle donne sui vasi attici dalla necropoli etrusca di Spina”, curata dall’archeologo Mario Cesarano.
Mostra inclusa nel biglietto d’ingresso anche al Museo Archeologico Nazionale di Parma (Palazzo della Pilotta, info 0521.233718), aperto dalle 12,30 alle 19,30. Fino al 2 giugno il museo ospita l’esposizione “Storie della prima Parma. Etruschi, Galli, Romani: le origini della città alla luce delle nuove scoperte archeologiche”, curata da Daniela Locatelli, Luigi Malnati e Daniele F. Maras.
Il Museo Nazionale Etrusco “Pompeo Aria” e la vastissima area archeologica di Marzabotto (Via Porrettana Sud 13, info 051-932353) sono aperti a Pasqua dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 17,30 e a Pasquetta dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 18,30.
Visitabile dalle 8,30 alle 13,30 il Museo Archeologico Nazionale di Sarsina, in provincia di Forlì-Cesena, (Via Cesio Sabino, info 0547.94641) e dalle 9 alle 19 la città romana di Veleia (Lugagnano Val d'Arda, PC, info 0523-807113)
La Villa Romana di Russi, in provincia di Ravenna, (via Fiumazzo, info 0544.581357) è aperta a Pasqua dalle 14 alle 19 e a Pasquetta dalle 9 alle 19.
Altre informazioni sul sito www.archeobologna.beniculturali.it o direttamente ai musei:
Museo Archeologico Nazionale di Parma, Piazza della Pilotta, tel. 0521.233718
Museo Archeologico Nazionale di Ferrara, Via XX settembre 122, tel. 0532.66299
Museo Nazionale Etrusco di Marzabotto (BO), Via Porrettana sud 13, tel. 051.932353
Museo Archeologico di Sarsina (FC), Via Cesio Sabino 39, tel. 0547.94641
Zona archeologica di Veleia (PC), Strada Provinciale 14, località Veleia Romana, Lugagnano Val d’Arda, tel. 0523.807113
Villa Romana di Russi (RA), Via Fiumazzo, tel. 0544.581357

 I musei aperti in tutta Italia a Pasqua e Pasquetta come segnalato dal ministero dei Beni culturali

 Scopri tutti i castelli di Parma e Piacenza

 Al Castello di Canossa domenica 31 marzo entra in vigore l'orario estivo

A Pasqua riapre il castello di Montecchio. E fino a Pasquetta c'è la mostra sul maestro intagliatore Riccardo Boselli
La domenica di Pasqua porta a Montecchio Emilia la riapertura del castello, che dal 31 marzo è visitabile alla domenica e nei giorni festivi dalle 15 alle 19.Le tariffe di ingresso sono rimaste invariate: ingresso con visita libera 2 euro; ingresso con visita accompagnata 4 euro. 
Fino al lunedì di Pasquetta si potrà vedere, nello spazio del Cortile interno del castello, la mostra antologica “Riccardo Boselli - nel centenario della nascita”, che presenta un congruo numero di opere - sia di grande sia di piccolo formato - del maestro intagliatore del legno, nonché fondatore de “La bottega di intaglio e tarsia” di Aiola.
Inoltre chi vorrà usufruire del servizio di visita accompagnata al castello - proposto a orari prestabiliti (alle 15, 16,30 e 18) - potrà visitare anche il quattrocentesco Palazzo Vicedomini Cavezzi, anch’esso in centro storico.
Il castello di Montecchio rimane aperto e visitabile, dal lunedì al sabato, secondo gli orari di apertura al pubblico della biblioteca comunale: lunedì e giovedì 9 - 13 , 15 – 18 ; martedì e venerdì 15 – 18 ; mercoledì  9 – 13 ; sabato 9 – 12.      
Per gruppi, previa prenotazione, è possibile effettuare la visita al castello con il personale di Archeosistemi anche in altri giorni e orari.
 Dove si trova il castello di Montecchio: guarda la cartina 

Nella Rocca dei Boiardo di Scandiano la visita guidata si fa con il teatro
Lunedì 1° aprile alle 15,30 nella Rocca dei Boiardo di Scandiano, in provincia di Reggio Emilia, si potrà seguire la visita guidata teatralizzata “Storie dalla Storia della Rocca”. «Il passato non esiste più da tempo... - dicono gli organizzatori -. Le storie resteranno vive sempre! Racconti fantastici di fatti reali e letture inaspettate fanno risuonare le eco della Storia e delle storie degli uomini nella Rocca dei Boiardo. Una visita guidata diversa del solito che animerà la rocca facendovi ascoltare le voci dei suoi abitanti addentrandosi nei meandri della storia».
La visita su prenotazione costa 8 euro, compresa la degustazione finale di un calice di vino a base di uva Spergola nella sede associata Enoteca Regionale 4 Cantoni Taberna in Rocca.
Per info e prenotazioni: 0522-532094, e-mail: info@archeosistemi.it.
 Dove si trova Scandiano: guarda la cartina