Sei in Archivio

Provincia-Emilia

Una migliore differenziata nelle feste di Sala Baganza

29 marzo 2013, 22:05

 Cristina Pelagatti

In considerazione degli ottimi risultati ottenuti a partire dal 2009 con l’introduzione del sistema di raccolta differenziata domiciliare dei rifiuti urbani (porta a porta), con l’adesione del Comune al Patto dei Sindaci e con il recente importante riconoscimento che ha visto Sala Baganza inserito fra i 21 Comuni italiani che possono fregiarsi del titolo di Gioiello d’Italia, il Comune di Sala Baganza ha ritenuto opportuno attivare un ulteriore piccolo tassello nel processo per far diventare il paese un esempio di sostenibilità ambientale. 
In collaborazione con tutte le Associazioni che organizzano manifestazioni si è infatti deciso di implementare la raccolta differenziata di rifiuti prodotti durante lo svolgimento di manifestazioni ricreative/gastronomiche (feste, pranzi all’aperto, attività nel centro feste; ecc.).
L’impegno accettato dalle Associazioni è quello di organizzare le feste in modo di differenziare i rifiuti prodotti in 5 categorie: plastica e barattolame, carta e cartone, vetro, frazione organica compostabile (Forsu) e rifiuto indifferenziato non recuperabile. 
Per ottenere questo si è concordato di utilizzare per la distribuzione del cibo, materiali monouso compostabili (Polpa di Cellulosa, PLA e Mater-Bi) quando non sia possibile utilizzare materiali lavabili e riutilizzabili. In tal modo risulteranno agevolate le operazioni di separazione dei rifiuti dai tavoli in quanto sarà sufficiente raccogliere separatamente le bottiglie delle bevande (vetro o plastica) e gettare tutto il resto nell’organico, riducendo anche l’eventuale azione di spargimento incontrollato e indesiderato provocata dal vento. 
«Il maggior costo del materiale compostabile - ha spiegato l’assessore all’ambiente Carlo Leoni- potrà essere recuperato applicando un minimo contributo ambientale al prezzo di cibo e bevande che, vista la sensibilità ecologica che i cittadini stanno dimostrando, riteniamo possa essere certamente accettata dai frequentatori delle feste». 
Il Comune da parte sua si è impegnato –ha specificato Leoni- «ad organizzare con Iren la fornitura e il posizionamento di sacchi e cassonetti in numero adeguato e a incrementare la frequenza degli interventi di allontanamento dei rifiuti dall’area delle manifestazioni in modo da consentire che le aree interessate dalle manifestazioni possano offrire sempre le migliori condizioni ambientali anche nel caso di impegni prolungati nel tempo».