Sei in Archivio

Spettacoli

Wagner a Parma: lo "strano caso" di Juraj Valcuha

29 marzo 2013, 10:38

Wagner a Parma: lo

Giulio Alessandro Bocchi
L'età è ancora giovane ma può già vantare collaborazioni con prestigiose orchestre a livello internazionale e a poco più di trent’anni, nel novembre del 2009, è diventato direttore principale dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai.

 Questa sera alle 20  sarà al Regio per dirigere la Filarmonica Toscanini nel terzo atto del Parsifal, omaggio che il teatro ha voluto rendere a Wagner, visto che il 2013 non è soltanto il bicentenario verdiano, ma anche quello del sommo compositore tedesco. Juraj Valcuha era già stato a Parma qualche anno per dirigere al «Paganini» alcune pagine dalla Valchiria e dal Tristano, sempre insieme alla Toscanini: non aveva ancora trent’anni ed era stato proprio il suo debutto wagneriano. Quello di stasera, invece, sarà il suo debutto in Parsifal: è curioso notare, quindi, quanto una città così legata a Verdi per lui abbia voluto significare soprattutto Wagner. «Certo Parma - spiega il direttore slovacco - è tradizionalmente verdiana, ma non vuole dire che debba esserlo in modo esclusivo . Basta ricordare che Toscanini, grande wagneriano, ha diretto Parsifal addirittura a Bayeuth. Speriamo che un giorno le porte del teatro sulla Collina verde (Grüne Hügel) di Bayreuth si aprano anche a musiche di Verdi...»............Articolo completo sulla Gazzetta di Parma in edicola

© RIPRODUZIONE RISERVATA