Sei in Archivio

Provincia-Emilia

Bologna:botte e rapina dopo un rimprovero per bisogni in strada

30 marzo 2013, 16:11

BOLOGNA – Ha rimproverato due stranieri che stavano facendo i bisogni per strada, contro una colonna, e per tutta risposta è stato picchiato e rapinato. L’aggressione è avvenuta verso le 23 di ieri in via dei Bibbiena, zona universitaria di Bologna. A farne le spese è stato un bolognese di 45 anni, residente nella stessa zona, che con la sua denuncia è riuscito a fare arrestare subito dopo i due autori: Mohamed Alì e Oicuke Abdess Aimade, entrambi marocchini sui 18 anni, irregolari e con precedenti.
A scatenare la loro reazione violenta sono state le proteste dell’uomo, che dopo avere detto loro di smetterla di sporcare ha minacciato di chiamare il 113. A quel punto, uno gli ha sferrato un calcio allo sterno, mentre l’altro gli ha strappato di mano il cellulare, poi i due sono fuggiti. Il bolognese, dolorante ma senza lesioni serie, è corso a casa e ha chiamato la polizia, alla quale ha fornito una descrizione molto precisa dei due stranieri e del loro abbigliamento. Pochi minuti più tardi gli agenti li hanno rintracciati in via Mengoli, zona Massarenti, ancora in possesso dello smartphone Samsung sottratto al 45enne.
Entrambi sono stati arrestati per rapina aggravata in concorso e denunciati per non avere rispettato ordini di espulsione dal territorio italiano. Il primo è accusato anche di atti contrari alla pubblica decenza, il secondo di avere fornito false generalità, per avere tentato di spacciarsi per minorenne sebbene in un precedente controllo fosse stato sottoposto all’esame auxologico che aveva accertato la sua maggiore età. Dopo l’arresto, il Pm di turno li ha fatti portare al carcere della Dozza.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA