Sei in Archivio

Provincia-Emilia

Collecchio - L'oasi delle Chiesuole, un paradiso della natura

30 marzo 2013, 12:48

Collecchio - L'oasi delle Chiesuole, un paradiso della natura

Gian Carlo Zanacca

COLLECCHIO - Oggi e domani è possibile visitare l’area naturalistica «Le Chiesuole» nel parco del Taro. Sarà aperta tutti i sabati e le domeniche dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 18, escluse le festività nazionali.
L’oasi naturalistica delle Chiesuole rappresenta una risorsa unica per il territorio. «L'area – spiega il guardia parco Renato Carini - è dedicata alla natura e il visitatore è un ospite temporaneo che può entrare solo a piedi».
Costituisce un piccolo paradiso «dove è bello spostarsi lentamente e godersi il panorama, la flora e la fauna. Profumi, suoni, colori sono i protagonisti».
 Le Chiesuole sono una ex cava di ghiaia dimessa dal 1998 dove si è sviluppato un habitat unico nel suo genere: un grande lago ha riempito le voragini che un tempo contraddistinguevano l’area prospiciente il greto del fiume Taro, inclusa all’interno del Parco del Taro, oggi parte del'Ente di Gestione per i Parchi e la biodiversità dell’Emilia Occidentale.
Dove un tempo le ruspe la facevano da padrone oggi si può osservare un ampio specchio d’acqua circondato da un vegetazione folta e rigogliosa. E, in mezzo al grande lago, tante zattere posizionate dal Parco per favorire la presenza e la nidificazione degli uccelli migratori e non.
«In questi giorni – spiega Carini - possiamo osservare il risveglio della natura e il ritorno dei migratori che hanno passato l’inverno in Africa, come  rondini, topini, balestrucci. Inoltre, presto, arriveranno le sterne comuni, pronte a posizionarsi sulle zattere galleggianti che da oltre 10 anni ospitano una delle più grandi colonie della provincia di Parma». 
  L’oasi è attrezzato con la presenza di una torretta di avvistamento dei volatili e con una bella cabina di osservazione a livello del terreno dove è possibile effettuare osservazioni ancora più accurate sia con il binocolo che senza.
«L’oasi riveste un’importanza speciale. Qui ogni anno il Parco del Taro mette in atto alcune iniziative particolarmente importanti come il censimento dei volatili presenti e l’inanellamento dei migratori».
Il Parco del Taro ha previsto una serie di appuntamenti proprio nell’oasi naturalistica delle Chiesuole: domenica 14 aprile, alle 9, «Migratori in movimento», visita guidata alla stazione di inanellamento delle Chiesuole. Costo 2 euro. Per informazioni contattare Renato Carini al 329-2105934.
Domenica 28 aprile, alle 15.30, giochi a tema per bambini con più di 5 anni e laboratori creativi. Costo 5 euro a bambino, adulti gratuito, per informazioni e prenotazioni: Esperta srl: tel. 0521 803017 oppure 347 4018157.
 Mercoledì 22 maggio, alle 19.30, in occasione della giornata mondiale della biodiversità, «Tramonto e cena sul lago», rilassante passeggiata con cena al sacco lungo i laghi delle Chiesuole, per informazioni: Renato Carini 329-2105934.
Domenica 22 settembre «Migratori in movimento», alle 9, sempre alle chiesuole: info: 329-2105934.