Sei in Archivio

Sport

Donadoni, bene la 200°: "Bravi ragazzi, ci hanno messo grande voglia"

30 marzo 2013, 20:04

Donadoni, bene la 200°:

Alla sua 200esima panchina tra i  professionisti il tecnico del Parma Roberto Donadoni elogia la sua  squadra per come ha tenuto il campo dall’inizio alla fine: "Sapevo  che non dovevamo fare l’errore dell’andata, quando nelle stesse  condizioni psicologiche avevamo subito e concesso troppo al  Pescara invece di aggredirlo. Con questo avversario non era facile  anche per il campo. C'è stata la cattiveria giusta e grande  voglia di fare gol fin dall’inizio anche se con un pò di  convinzione in più si poteva sbloccare la gara anche prima.   Abbiamo lavorato 15 giorni per questo successo e i ragazzi  volevano fortemente questo risultato: bravi tutti e un plauso  anche a chi fin qui ha giocato poco e oggi si è fatto trovare  pronto. Segno che se ci si allena bene in settimana poi anche in  partita i risultati si vedono".

Poi il tecnico gialloblù si  sofferma sui singoli: "Sono contento per Ninis, non era facile per  lui. Credo che il campo lo abbia agevolato perchè chi ha qualità  tecniche in queste condizioni secondo me è favorito e non  svantaggiato. Sono contento anche per Cerri, per Boniperti, per  Benalouane che ha fatto gol, per Paletta. Come lo sono per Sansone  e Biabiany che hanno fatto bene e sono stati sfortunati". Ma un  plauso particolare va ovviamente ad Amauri: "Ha realizzato un gol  da vero fuoriclasse. Un numero da cineteca. E’ arrivato  quest’estate con difficoltà comprensibili visto il pregresso, poi  da dicembre ha cambiato marcia. E’ fisicamente in condizione, ha  stimoli e sta facendo grandi cose".   

Giornata positiva anche per la difesa: "Sull'1-0 mi sono un pò  arrabbiato perchè ci stavamo limitando a gestire il risultato.  Non prendere gol ti dà convinzioni e certezze in più,  soprattutto su un campo in cui l’imprevedibilità è sempre in  agguato". Parma salvo con questi tre punti? "E' un risultato  importantissimo per la classifica e ci fa ritrovare serenità.  Anche se le prestazioni non sono mai mancate questi tre punti ci  danno la possibilità di affrontare il rush finale con altro  spirito... Per la salvezza mancano ancora punti e dobbiamo  affrontare ogni gara con questa determinazione perchè se abbiamo  questa continuità anche i punti arrivano. Credo che con un’altra  vittoria si possa stare tranquilli ma non voglio ragionare in  questi termini. Preferisco pensare, come accadde anche nel finale  dell’anno scorso, a una gara per volta e a migliorare sempre di  più le prestazioni per alzare l’asticella"