Sei in Archivio

Spettacoli

Film recensioni - Marsupilami

30 marzo 2013, 21:07

Film recensioni - Marsupilami

Giulia Ciccone

Questo è il viaggio alla scoperta di una nuova specie, un mammifero oviparo che si credeva non esistesse e invece esiste. Ispirato da un fumetto degli anni ’50, il marsupilami (incrocio tra le parole marsupiale e amico) è un ibrido mezzo scimmia e mezzo cane che vive nella giungla del fantomatico regno di Palombia. La mente creativa di Alain Chabat, popolarissimo comico francese specializzato nei film per famiglie, mescola nel calderone di Madre Natura la fiaba, la satira, il grottesco e il demenziale, per dare vita a un film ecologico per i ragazzi e i loro genitori. Irriverente nelle parodie, dalla crema per avere 16 anni tutta la vita all’app per seguire in tempo reale l’estinzione delle specie, Chabat fa ballare i soldati al seguito di un generale in mini-abito di paillettes e reinterpreta la profezia Maya secondo l’humor francese, non dimenticando che ogni favola ha una morale e ricordando che tutti (o quasi) abbiamo una coscienza. Un giornalista mitomane, un impostore con tribù di bambini a carico, un generale innamorato di Cèline Dion e un botanico dalla doppia faccia (figurativamente e fisicamente) si incontrano nella giungla per dare la caccia al mitologico «marsupilami» e impossessarsi di una rara orchidea che dona forza ed eterna giovinezza. «Marsupilami» è un film per tutti, dai bambini agli adulti, che snocciola gag ad un ritmo forsennato. A tratti divertente, a tratti noioso, mescola l’animazione all’avventura passando per il musical; rimane una pellicola di puro intrattenimento con qualche scivolone nella volgarità e un bel po’ di eccessi, ma mantiene comunque il pregio di non avere lo stampo hollywoodiano.

Giudizio: 2/5

SCHEDA
REGIA: ALAIN CHABAT
SCENEGGIATURA: ALAIN CHABAT, JEREMIE DONER
INTERPRETI: JAMEL DEBBOUZE, ALAIN CHABAT, LAMBERT WILSON, LIYA KEBEDE, FRED TESTOT
GENERE: COMICO
Francia/Belgio 2012, colore, 1 h e 45’
DOVE: THE SPACE CAMPUS