Sei in Archivio

Provincia-Emilia

Corsi d'acqua, rientra la "fase di preallarme" della Protezione civile sul torrente Enza

31 marzo 2013, 14:01

Nella domenica di Pasqua il maltempo ha concesso una tregua ma per i primi giorni di aprile sono già previste piogge.
 Il video de Tg Parma: tregua del maltempo a Pasqua

Nuovi preallarmi per le piene dei torrenti in Emilia: dopo la prima allerta in vigore dalle 21 di ieri per il Reno, la Protezione civile regionale ne ha diffuse altre, la scorsa notte, per l’Enza, il Secchia e ancora il Reno.

Per l’Enza, in particolare, la fase di preallarme riguardava i territori comunali di Sorbolo, Mezzani e Brescello. Da mezzogiorno di oggi però il preallarme è rientrato, «vista l’evoluzione delle piene con decremento dei livelli idrometrici del fiume». Rimane in vigore la fase di attenzione.

Per il Secchia il preallarme interessava Modena, Bastiglia, Soliera, Bomporto, San Prospero e Carpi; dalle 15 di oggi interesserà anche Cavezzo, Novi e San Possidonio, tutti nel Modenese. L'emergenza per il Secchia è cessata alle 18: anche in questo caso i valori idrometrici sono scesi. Rimane in vigore la fase di attenzione.

Preallarme anche per il Reno nei comuni di Argelato, Castello d’Argile, Castel Maggiore, Galliera, Pieve di Cento, Sala e San Giovanni in Persiceto, nel Bolognese, e Cento, Poggio Renatico e Sant'Agostino in provincia di Ferrara.

(foto d'archivio: il ponte sull'Enza a Sorbolo)