Sei in Archivio

Sport

Parma, Cerri esordisce a 16 anni. "Emozione indescrivibile"

31 marzo 2013, 10:03

Parma, Cerri esordisce a 16 anni.

 Giornata di esordi nel Parma. Nel 3-0  inflitto al Pescara non c'è soltanto la soddisfazione per un  risultato che presumibilmente rappresenterà il sigillo  all’impresa salvezza. C'è anche la gioia di due giovani  calciatori come Alberto Cerri e Filippo Boniperti. Cerri è un  attaccante degli Allievi Nazionali che oggi, a 16 e 348 giorni, ha  calcato per la prima volta il palcoscenico della serie A. Il  nipote del grande campione della Juventus Giampiero Boniperti,  invece, contro il Pescara ha fatto il suo debutto con la maglia  ducale.

"Peccato per la pioggia, ma per il resto è stato tutto  perfetto. E’ un’emozione indescrivibile - dice Cerri -. Prima di  entrare non ho pensato a niente, ero elettrizzato, carico, pronto  e niente di più. Avevo gli occhi lucidi quando sono entrato, è  stato bellissimo e indimenticabile". L’allievo gialloblu non è  apparso per niente intimorito dall’impatto con il calcio dei  professionisti: "Quando si entra in campo si nasconde la  timidezza, bisogna giocare con cattiveria e non si fanno sconti a  nessuno". Con Cerri un parmigiano è tornato ad indossare la  maglia del Parma dopo tanto tempo: "Sono contento anche per  quello, per i tifosi, visto che molti li conosco e su Facebook mi  chiedevano quando avrei esordito. E’ stata una doppia  soddisfazione anche per loro. Mi hanno consigliato di stare  tranquillo, di giocare con la squadra e niente di più". Anche  Filippo Boniperti ha fatto il suo esordio in maglia crociata,  anche se lui la serie A l’ha già assaggiata nel 2011 tra le fila  della Juventus: "E' nato tutto all’improvviso. Ero in panchina e  il mister mi ha detto di scaldarmi, poi dopo due minuti mi ha  detto di entrare. Ero anche ansioso, perchè aspettavo questo  momento da un pò dopo l’infortunio al ginocchio, stavo lavorando  con continuità, per cui ci speravo".