Sei in Archivio

Italia-Mondo

La maledizione di Bin Laden su Navy Seal: decimato il team

01 aprile 2013, 22:46

La maledizione di Bin Laden su Navy Seal: decimato il team

(Ansa/Serena Di Ronza)

NEW YORK -  La maledizione dei Navy Seal continua: dopo essere passato alla storia per l’uccisione di Osama Bin Laden nel 2011, il 'Team 6', la squadra d’elite dei Navy Seal americana, è ormai decimata da una serie di incidenti che avrebbero lasciato in vita solo due dei 25 'super militarì.

L'ultimo, in ordine di tempo, a morire è il 31enne Bratt Shadle, deceduto durante un’esercitazione in Arizona quando si è scontrato in aria con il paracadute con un altro Navy Seal, di cui non è stato diffuso il nome (è identificato come un ufficiale E-6) e che è attualmente ricoverato in ospedale in condizioni stabili.

Shadle, sposato con due figli, è stato dichiarato morto appena giunto all’Arizona Medical Center. Le forze armate stanno indagando sull'incidente, avvenuto durante «un’esercitazione di routine». Shadle si era arruolato in marina nel luglio del 2000. L’anno successivo ha completato l’addestramento previsto per i Navy Seal e nel 2002 gli è stata assegnata la prima missione. Secondo indiscrezioni, nella sua carriera militare sarebbe stato sia in Afghanistan sia in Iraq.

«Ha sempre voluto essere un Navy Seal, fin da bambino. E alla fine ce l’aveva fatta», racconta Donald Shadle, zio di Bratt Shadle, insignito con diverse onorificenze militari fra le quali medaglie di bronzo al valore. In onore di Shadle, il governatore dell’Arizona, Jan Brewer, ha ordinato che le bandiere rimanessero a mezz'asta. «La sua morte ci mostra ancora una volta i rischi quotidiani che i nostri militari si trovano ad affrontare in casa e fuori, in combattimento o in addestramento».

Con la morte di Shadle, il bilancio delle perdite del 'Team Six' salirebbe a 23 su un totale di 25 componenti: 22 infatti sono stati uccisi due anni fa quando l’elicottero che li trasportava in Afghanistan è stato abbattuto, in quello che è stato il giorno più sanguinoso per gli Stati Uniti nella decennale guerra nel Paese asiatico.

Il 'Team Six' è l’all star dei Navy Seal, i cui commando sono inquadrati in team numerati da 1 a 5 e da 7 a 10: il Sei è quello dell’eccellenza, che fino a qualche anno fa era talmente segreto che ufficialmente non esisteva. L’uccisione di Bin Laden al compound di Abbottabad li ha però portati alla ribalta, anche se già prima si erano occupati di alcune delle maggiori missioni americane, dando la caccia ai criminali in Bosnia e partecipando a operazioni per liberare gli ostaggi, come l'azione contro i pirati somali nel 2009.

I Seal sono stati creati da John F. Kennedy nel 1962 per le operazioni non convenzionali. La nascita del 'Team Six' è invece successiva: risalirebbe a dopo la crisi degli ostaggi americani in Iran nel 1980.

© RIPRODUZIONE RISERVATA