Sei in Archivio

Provincia-Emilia

Tutto pronto a New York per festeggiare l'orgoglio valtarese

01 aprile 2013, 22:43

Tutto pronto a New York per festeggiare l'orgoglio valtarese

Franco Brugnoli

Tutto è pronto, a New York, per la 23ª festa dei valtaresi, che si terrà domenica prossima 7 aprile. L’organizzazione sarà, ancora una volta, della «The Valtarese Foundation Inc.», sodalizio guidato da Gianfranco («Frank») Capitelli, che raccoglie tutti i nostri emigrati residenti nella «grande mela». il programma del «dinner and dance» americano, che si terrà a partire dalle 13, al «Maestro’s» di Bronxdale Avenue, prevede un ricco cocktail di benvenuto, seguito dal pranzo di gala, nel corso del quale si terranno, alla presenza di diverse autorità, i vari discorsi e momenti ufficiali. Saranno circa quattrocento i partecipanti, di cui quaranta provenienti dall’Italia.
Quest’anno, come avevamo già anticipato, l’importante riconoscimento di «man of the year» (uomo dell’anno), assegnato in ogni edizione, da parte della «Valtarese», a persone molto legate all’associazione, che si sono distinti in vari campi, andrà a due medici: il dottor Stephen Trauzzi e il dottor Massimo Fabi. Il primo, originario della Valtaro, è un affermato chirurgo urologo a New York; l’altro, il dottor Fabi, parmigiano, è l’attuale direttore generale dell’Ausl di Parma. Nel corso della festa, saranno inoltre conferite le borse di studio agli studenti italo-americani meritevoli. Vi sarà poi la tradizionale asta e la lotteria, con ricchi premi offerti anche da valtaresi e da persone legate alla Valtaro. All’asta, verrà battuto un quadro («Cascata di Ibiscus»), donato dalla pittrice nocetana Velleda Tomasi, che lunedì 8 aprile, alle 10, insieme al presidente Capitelli, verrà ricevuta ufficialmente dal Console generale d’Italia a New York, Natalia Quintavalle, in previsione di una prossima sua mostra a New York. Fra i premi della lotteria, vi sarà anche un prezioso orologio, offerto dall’orefice Romano Moglia di Bedonia, che sarà, pure lui, presente alla festa. Le danze saranno allietate dall’orchestra «The Continental Sound», che si avvarrà della presenza di diversi fisarmonicisti italo-americani. La trasferta dall’Italia andrà dal 4 al 10 aprile prossimi. Il viaggio, che prevede anche una bella escursione interamente dedicata allo shopping sfrenato, nel famoso Woodbury common premium outlet, il più famoso centro commerciale della East coast, sarà nuovamente organizzato da Francesco Capitelli della Taro Travel. Le iscrizioni sono chiuse. 

Solidarietà
Il ricavato della festa in beneficenza
La «Valtarese Foundation» è una associazione di nostri emigrati, fra le più attive d’America. Anche quest’anno, il ricavato della festa avrà un grande impiego nella solidarietà. Appena quantificato esattamente, si procederà a destinare la somma ad associazioni, istituzioni o strutture, che operano nella Valtaro. In particolare, ai primi posti, figura sempre l’ospedale «Santa Maria». Tra le persone da citare, per quanto riguarda questa festa, oltre al presidente Capitelli, vanno ricordati Robert J. Corti ed Ugo Galeazzi, i due coordinatori dell’evento, Michèle Beccarelli, che canterà gli inni «The Star Spangled Banner» e «God Bless America», oltre a quello italiano, il direttore d’orchestra, maestro Dominic Karcic (che ha sposato una borgotarese) e due dei fisarmonicisti, Mario Tacca e Frank Carozza.

Il sito della The Valtarese Foundation