Sei in Archivio

Auto

Debutta a New York la prima Jeep con l'anima italiana

02 aprile 2013, 14:55

Debutta a New York la prima Jeep con l'anima italiana

NEW YORK

Detto fatto. Sergio Marchionne aveva annunciato nel novembre 2011 che avrebbe introdotto quest'anno nell’impianto Chrysler di Toledo, in Ohio, una seconda linea per la produzione di una nuova generazione di Suv Jeep con un investimento di 500 milioni di dollari e l’aggiunta di 1.100 posti di lavoro. E ora la nuova Jeep Cherokee, la prima nata sotto la gestione Fiat e basata su tecnologie italiane, è stata svelata in anteprima mondiale al salone dell’auto di New York, il salotto buono delle esposizioni motoristiche americane che si è aperto ieri allo Javits Center.
L'inedita Cherokee è un Suv di medie dimensioni che sostituirà la Jeep Liberty; negli showroom americani arriverà nel terzo trimestre del 2013 ed è attesa in Italia nel 2014. La nuova Jeep offre sempre capacità di guida in fuoristrada, ma unisce caratteristiche spiccatamente stradali, proprie della categoria dei crossover, e nuovi importanti livelli di efficienza energetica.
Con questo nuovo 4x4 debutta anche nella gamma Jeep la trasmissione automatica a 9 rapporti (un'innovazione preceduta solo di qualche giorno dall’annuncio di Land Rover per la Freelander) che serve a garantire elevate prestazioni e bassi consumi di carburante. La maggiore novità del Cherokee è però rappresentata dalla struttura su cui è stata realizzata, quella piattaforma Compact US Wide su cui è stata costruita anche la Dodge Dart e che deriva, a sua volta, dall’Alfa Romeo Giulietta.
Naturalmente per l’impiego (severo) di una Jeep la struttura modulare è stata rinforzata, come conferma la presenza del 65% di acciai speciali alto resistenziali.
Anche il design, legato ad alcuni stilemi del brand (come la mascherina con sette feritoie verticali) fa un balzo in avanti rispetto ai modelli tradizionali Jeep e dimostra, con un corpo vettura elegantemente dinamico, di puntare efficacemente a competere con i Suv e i crossover medi più diffusi negli Usa e in Europa, come il Toyota Rav-4, l’Honda CR-V, il Land Rover Freelander, il Ford Kuga e lo Chevrolet Captiva.
Nel nuovo Cherokee saranno disponibili quattro sistemi di trazione integrale: Jeep Active Drive I, Active Drive II, Active Drive II Lock e Selec-Terrain. Due motori a benzina per gli usa: 2.4 da 184 Cv e 3.2 da 271 Cv, ma la riduzione dei consumi arriva fino al 45% in meno rispetto alla Liberty.
Ma la Jeep Cherokee non è l’unica reginetta del salone. Riflettori saranno puntati anche sulla nuova Range Rover Sport, il modello Land Rover più venduto in Nord America. L’auto ha fatto il suo debutto sulle strade della Grande Mela con una innovativa presentazione trasmessa in diretta e che ha coinvolto nientemeno che James Bond, al secolo Daniel Craig. Il gruppo indiano Tata fa sfilare a New York anche due novità targate Jaguar:  la XJR, la versione più performante dell’ammiraglia che monta un 5.0 litri V8 sovralimentato da 550 Cv, e la XKR-S GT, sviluppata dalla divisione ETO di Jaguar che è l’ultima versione sia stradale sia da pista della XK Coupé.  Prodotta in serie limitata in 30 esemplari, un fatto che la rende la più rara nei 25 anni di storia delle vetture R Performance di Jaguar, monta lo stesso V8 sovralimentato.
Più accessibile ma sempre premium, debutta a New York una novità molto attesa anche sul mercato europeo: la Mercedes  CLA 45 Amg, versione di punta della berlina tre volumi derivata dalla Classe A. Motore turbo benzina da 360 Cv e una cilindrata di appena 2 litri, che verrà proposta unicamente con trazione integrale 4Matic, abbinata al cambio sequenziale 7 rapporti.
Immediata la replica dell'Audi che svela la A3 Sedan destinata al mercato Usa, ma anche all’Europa e alla Cina. La linea della nuova A3 getta un ponte tra il classico concetto dei tre volumi e la filosofia delle coupé. Con un passo di 2,64 metri l’inedita quattro porte ha una lunghezza complessiva di 4,46 metri ed è larga 1,80  (11 mm più della Sportback) e alta 1,42 (9 mm di meno). Per il lancio della Audi A3 Sedan in Europa il programma motori comprende tre unità a quattro cilindri, sviluppate ex novo. Cambio manuale a sei marce o cambio S tronic a doppia frizione.
Grande spazio al Salone di New York anche per le eco-motorizzazioni, con il debutto del primo ibrido plug-in montato sulla Volvo V60. Anche Subaru sceglie New York per la sua prima proposta ibrida «reale», con la XC Crosstrek Hybrid, mentre Infiniti svela in anteprima la nuova crossover ibrida QX60.

© RIPRODUZIONE RISERVATA