Sei in Archivio

Gazzettascuola

I ragazzi del Toschi esaltano tutti i colori della Croce rossa

02 aprile 2013, 13:46

I ragazzi del Toschi esaltano tutti i colori della Croce rossa

Beppe Facchini
Ancora un impegno sociale per gli studenti del liceo artistico «Toschi». Ancora una campagna di comunicazione da realizzare per una realtà che, silenziosamente, offre un prezioso servizio alla comunità locale. È stato presentato ieri, nella sede di via Riva, il progetto «Tutti i colori della Croce rossa», che vedrà, nelle prossime settimane, gli studenti del dipartimento Grafica dell’istituto impegnati nella creazione di materiale divulgativo per il movimento presieduto da Giuseppe Zammarchi.
 «A livello locale - ha ricordato il numero uno della Cri parmense - non tutti sanno che, oltre ad essere il braccio armato del 118, portiamo avanti numerosi progetti nell’intera provincia, nella quale siamo presenti in 14 sedi e con 3.000 volontari». Corsi di formazione e prevenzione negli istituti scolastici, raccolta di cibo per i più bisognosi, assistenza agli anziani e istruzioni sull’utilizzo del defibrillatore fornite a società sportive e docenti di educazione fisica, oltre ad una media di 45 servizi giornalieri: per i volontari della Croce rossa il lavoro di certo non manca. «E in questo periodo - ha aggiunto Zammarchi -, se in Italia non ci fossero associazioni come la nostra, le cose andrebbero anche peggio. Spesso, però, la gente non se ne rende conto».
 Ecco il perché della collaborazione con gli studenti del «Toschi», i quali, entro fine aprile, prepareranno tutto il materiale necessario, poi presentato alla cittadinanza il prossimo 8 maggio, in occasione della Giornata mondiale della Croce rossa. «Si tratta di un progetto dal forte valore educativo - ha dichiarato il professor Roberto Pettenati, preside dell’istituto d’arte -, perché spesso si dà per scontato che certe realtà esistano, ma senza indagare su tutto il lavoro che c’è dietro. La funzione della nostra scuola è anche questa: rendere i ragazzi consapevoli del loro valore e aiutarle a diffondere il proprio messaggio».
Per raggiungere l’obiettivo, gli studenti delle classi IV e V B, hanno già preparato alcuni elaborati dopo aver visitato le stanze della Cri, parlato con alcuni volontari e conosciuto meglio le loro attività. «Si è trattato di un passaggio fondamentale», ha sottolineato il professor Roberto Peroncini, supervisore del progetto. Al termine di questa iniziativa, chissà che qualcuno degli studenti del «Toschi» non decida di entrare a far parte della grande famiglia della Croce Rossa. Questo, almeno, l’auspicio dei presenti e soprattutto di Marcella Saccani, assessore provinciale alle Politiche sociali. «È una realtà che necessita continuamente di forze nuove - ha concluso -, svolgendo un’attività considerata una straordinaria stampella per l’assistenza pubblica in tutta la provincia». 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA