Sei in Archivio

Economia

Parmalat, la nomina del commissario ad acta piace ai mercati

02 aprile 2013, 13:58

Parmalat, la nomina del commissario ad acta piace ai mercati

Parmalat sale all'inizio della seduta di Borsa (+1,11%, sopra quota 2 euro) dopo la decisione del tribunale di Parma, ufficializzata oggi dall’azienda, di nominare un commissario ad acta - Angelo Manaresi - che dovrà vigilare sulla controversa acquisizione di Lag dall’azionista di controllo Lactalis. Chiesta inoltre la sostituzione di due sindaci e del consigliere di amministrazione Antonio Sala.

Parmalat, su cui la Consob e la magistratura hanno da tempo acceso un faro, ha avviato la procedura di revisione del prezzo di acquisizione di Lag. Al commissario ad acta, Angelo Manaresi, è stato affidato anche il compito di verificare che il cda «si adoperi - si legge nella nota della società - per attuare tutte le misure di autotutela contrattuale contemplate dal contratto di acquisizione, ai fini della migliore tutela degli interessi della società».

 L'andamento del titolo in Borsa

LA NOMINA DI MANARESI: IL COMUNICATO DIRAMATO OGGI DA PARMALAT.
Parmalat comunica che nell’ambito del procedimento ex art. 2409 avviato dal Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Parma a seguito di esposto presentato da Amber Capital LP, il Collegio, composto dal Presidente del Tribunale di Parma, Dott. Piscopo, e dai Giudici Dott. Agostini (Relatore) e Dott. Vittoria (Giudice a latere), con decreto depositato in data 29 marzo 2013, ha disposto la nomina di un Commissario ad acta, nella persona del Prof. Angelo Manaresi, destinato ad affiancarsi a PricewaterhouseCoopers e al Collegio degli esperti indipendenti, già nominati dal Comitato per il Controllo Interno, la Gestione dei Rischi e per la Corporate Governance, nella sua veste di Comitato per le Operazioni con Parti Correlate, e dal Consiglio di Amministrazione di Parmalat, nelle attività che attengono alla procedura di aggiustamento del prezzo di acquisto di LAG, verificando altresì che il Consiglio di Amministrazione di Parmalat, che conserva tutti i poteri di ordinaria e straordinaria amministrazione, si adoperi per attuare tutte le misure di autotutela contrattuale contemplate dal contratto di acquisizione, ai fini della migliore tutela degli interessi della Società.
L’incarico sarà conferito al Commissario nell’udienza fissata per il 3 aprile prossimo; il Commissario così nominato dovrà procedere entro il 15 maggio prossimo al deposito di una relazione sulle attività al riguardo poste in essere. Il Tribunale ha altresì disposto di inibire la partecipazione del Consigliere Antonio Sala e dei Sindaci Alfredo Malguzzi e Roberto Cravero rispettivamente alle sedute e deliberazioni del Consiglio di Amministrazione e del Collegio Sindacale di Parmalat , fino alla prossima assemblea che dovrà decidere in ordine alla loro sostituzione.
Il Consiglio di Amministrazione dovrà altresì, secondo quanto disposto dal Tribunale, provvedere a sostituire Marco Reboa nel Comitato per le Operazioni con Parti Correlate con altro amministratore indipendente e non correlato; Marco Reboa resterà Consigliere della Società.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA