Sei in Archivio

Gazzettascuola

Premio letterario Galileo per la divulgazione scientifica: Paciolo-D'Annunzio in giuria

02 aprile 2013, 13:46

Premio letterario Galileo per la divulgazione scientifica: Paciolo-D'Annunzio in giuria

Oltre 2000 studenti stanno leggendo i cinque libri finalisti del Premio Galileo 2013 per decretare, con il loro voto, il vincitore. Le opere finaliste sono state scelte dalla Giuria scientifica presieduta quest'anno dal fisico Paco Lanciano.

Per la provincia di Parma  partecipa alla partecipa alla Giuria popolare la classe IV dell’Istituto d’Istruzione Superiore Paciolo-D’Annunzio di Fidenza, PR.
 
Hanno incominciato a febbraio e finiranno a maggio. Tre mesi di lavoro per oltre 2000 ragazzi delle quarte superiori di tutte le province italiane che formano la Giuria Popolare del Premio Letterario Galileo per la Divulgazione Scientifica. Leggeranno cinque aggiornati e seri volumi di divulgazione scientifica e li voteranno. E’ probabilmente questo il risultato più importante del Premio Galileo, promosso dal Comune di Padova, giunto quest’anno alla VII edizione.  Per la Provincia di Parma  è stata scelta per far parte della Giuria la classe IV dell’Istituto d’Istruzione Superiore Paciolo-D’Annunzio di Fidenza, PR.
 
Questi i cinque finalisti scelti il 18 gennaio da una Giuria scientifica, presieduta dal popolare fisico, collaboratore fisso di SuperQuark, Paco Lanciano. Frank Close, Neutrino, 2012 Raffaello Cortina, Giorgio Vallortigara, La mente che scodinzola,  2012 Mondadori. Sergio Pistoi, Il DNA incontra Facebook - Viaggio nel supermarket della genetica, 2012. Massimo Bucciantini, Michele Camerota, Franco Giudice, Il telescopio di Galileo, 2012 Einaudi e Sam Kean, Il cucchiaino scomparso e altre storie della tavola periodica degli elementi, 2012 Adelphi. La scelta è avvenuta in seduta pubblica a votazione palese.
La proclamazione del vincitore avverrà il 9 maggio, nell’agorà del Centro culturale Altinate/ San Gaetano alla presenza di una delegazione delle classi che hanno fatto parte della Giuria popolare.
Intanto nel corso del mese di maggio gli autori presenteranno a Padova, in un ciclo di incontri, le loro opere. Per il secondo anno consecutivo  questi incontri saranno trasmessi in streaming tv -  indirizzo: http://padovalibrary.comune.padova.it nella sezione LIVETV - e quindi tutti i giurati potranno partecipare  ponendo agli autori le loro domande e curiosità.
Nel corso della scelta della cinquina finalista, Paco Lanciano ha affermato che il Galileo è “Un premio che ormai ha superato 'la fase effimera' ed è diventato un appuntamento consolidato del panorama della divulgazione italiana". Lanciano ha poi aggiunto che "l'obiettivo della divulgazione è quello di creare passione autentica, che è poi la molla per l'approfondimento che porta alla conoscenza vera."
Il “Campiello delle scienze”, così viene spesso definito anche per averne mutuato la formula, è nato proprio per stimolare nei ragazzi il desiderio di studiare e capire regole e contenuti del sapere scientifico e provare la forza e il fascino del sapere razionale.
Anche quest’anno conduttore della giornata finale – 9 maggio - sarà il simpatico Patrizio Roversi.