Sei in Archivio

Provincia-Emilia

Furgone esploso: in duemila al funerale di Rossana, Teresa e Bianca Maria

03 aprile 2013, 21:27

Furgone esploso: in duemila al funerale di Rossana, Teresa e Bianca Maria

Almeno duemila persone hanno partecipato questo pomeriggio ai funerali delle tre donne morte nell’incendio del furgone rosticceria avvenuto lo scorso 9 marzo nel mercato di Guastalla, a Reggio Emilia. L’incendio provocato probabilmente da una fuga di gas gpl dalle bombole usate per i fornelli, aveva fatto esplodere il furgone, provocando anche 11 feriti. 

 Le esequie si sono svolte a Sant'Ilario d’Enza, paese fra Reggio Emilia e Parma dove vivevano le vittime: Rossana Mango, 28 anni, la madre Teresa Montagna, 50 anni, e la zia Bianca Maria Montagna, di 44 anni. Fra i parenti presenti c'erano il padre di Teresa e Bianca Maria, Antonio, con le altre due figlie. Presente anche il fidanzato di Rossana e la figlia 17enne di Bianca Maria.  Hanno partecipato in forma ufficiale anche i sindaci di Guastalla e Sant'Ilario d’Enza e il vicesindaco di Aliano (Matera), paese originario della famiglia Montagna.  Le tre bare erano state collocate in mattinata nella sala del consiglio del Municipio di Sant'Ilario d’Enza, dove i parenti hanno accolto i cittadini.

Nel pomeriggio la cerimonia religiosa nella vicina chiesa parrocchiale.  «Questa assemblea è attraversata da tanto dolore e sconcerto», ha detto nella sua omelia il parroco don Fernando Borciani, che ha aggiunto: «Abbiamo bisogno tutti di una parola, perchè le croci sono tante e allora ci vuole qualcuno che ti prenda per mano, ti rialzi, ti rincuori, ti rilanci sulle strade della vita. Con il tipo di morte che ha colpito queste tre nostre amate parrocchiane, ci siamo accorti una volta in più di quanto sia fragile la vita di tutti noi. Siamo tutti appesi a un filo: basta un piccolo inceppo nel nostro organismo perchè la nostra esistenza d’improvviso s'interrompi». Si sono poi succeduti i ricordi di amici e altri commercianti, colleghi delle vittime. Nel cimitero locale, infine, le bare sono state tumulate una accanto all’altra.  Migliorano lentamente intanto le condizioni del ferito Francesco Mango, padre di Rossana e marito di Teresa. E' ricoverato ancora all’ospedale Maggiore di Parma.

© RIPRODUZIONE RISERVATA