Sei in Archivio

Salute-Fitness

L'abc dei gesti che possono valere una vita

04 aprile 2013, 20:45

L'abc dei gesti che possono valere una vita

Il primo soccorritore può fare la differenza e salvare una vita. Anche se non è un medico o un paramedico. Ecco perché la Croce Rossa di Parma organizza sempre più di frequente momenti di formazione per i cosiddetti laici (associazioni, scuole, società sportive, ecc) per dare nozioni di primo soccorso.
Nei giorni scorsi si è concluso il corso promosso in collaborazione tra Cri e Unione sportiva Acli, al quale hanno preso parte dirigenti e tecnici di Professione Danza Parma, Junior Braves, Wu-Wei e componenti del Comitato di Parma dell'Unione sportiva, e che ha visto come docenti Lorenzo Bertoli, capo monitore Cri, e Pierpaolo Scarpino, monitore Cri. «E’ fondamentale che la popolazione, chi guida gruppi di aggregazione e i giovani in particolare, sia a conoscenza della basi del primo soccorso - spiega Giuseppe Zammarchi, presidente Cri di Parma - Con un soccorso adeguato, si possono ridurre al minimo le conseguenze per l’infortunato o per chi è colpito da malore improvviso di qualsiasi natura».
«Siamo un ente di promozione sportiva e nonostante il periodo economico difficile per tutti - gli fa eco Lucio Mioni, presidente provinciale Us Acli - siamo attenti alle esigenze e alle richieste delle nostre società che non sono solo sportive ma anche rivolte alla formazione e al sociale. Questo corso rientra in un percorso per dare sempre più professionalità ai nostri iscritti». Al termine del corso è stato consegnato ai partecipanti un attestato da Zammarchi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA