Sei in Archivio

Strajè-Stranieri

La breakdance di Mad Bk

04 aprile 2013, 20:47

La breakdance di Mad Bk

COMUNICATO

E’ un fenomeno nel mondo della breakdance. Soprattutto perché per lui non è stato facile arrivare in Italia dal Marocco, dove è nato 22 anni fa, e affrontare le difficoltà burocratiche e la lontananza dalla famiglia. E’ arrivato qui armato solo della sua grande passione per la breakdance, che coltiva dal 2007 con il gruppo HallaKingZoo. Lui è Imad Kerrachi, in arte Imad BK.
Appena arrivato in Italia si allena con il gruppo Legend Crew di Modena e inizia ad insegnare presso il Centro Studi Danza Spazioottoquattro di Parma, dove viene calorosamente accolto grazie alla sua simpatia, affabilità, entusiasmo e capacità.
Grazie a queste caratteristiche è stato subito amato dai suoi allievi, ai quali ha trasmesso la motivazione e l’entusiasmo di questa disciplina. Successivamente, quindi decide di confrontarsi con il breakin italiano: nel 2012 vince il contest Selecta di Nonantola (Modena), il BolOne Move di Bologna e il B.Kidz Battle a Firenze.
Nel 2013 a Danzainfiera di Firenze si piazza tra i migliori 16 breakers italiani che si contenderanno il contest più importante di Italia, il RedBull BC One; il vincitore del contest volerà direttamente a Seul (Corea) per le finali mondiali; inoltre Imad rappresenterà l’Europa al Dance@Live che si svolgerà a Singapore il prossimo 30 giugno.

Imad balla con la Bandits crew di Milano con cui partecipa al programma televisivo Mtv Hip-hop awards e con cui concorre al titolo di best crew 2013. La breakdance nasce come fenomeno di strada, ma ormai è da considerarsi una disciplina artistica in tutti i sensi, grazie ad artisti come Imad che con le sue coreografie regalano l’allegria e la gioia del ritmo, ma anche regole e disciplina, senza tralasciare mai la propria personalità, affinché ogni passo possa essere più interessante. E Imad è ormai una garanzia nel suo campo, e molte sorprese lo aspettano in futuro. Il suo lavoro è in un centro in via Trieste a Parma.