Sei in Archivio

Provincia-Emilia

Maltempo: la Provincia di Reggio Emilia chiede alla Regione lo stato di emergenza

04 aprile 2013, 20:52

REGGIO EMILIA – La presidente della Provincia di Reggio Emilia Sonia Masini, come aveva anticipato nel corso del sopralluogo nella valle del Secchia, ha scritto alla Regione Emilia-Romagna per chiedere lo stato d’emergenza nazionale per il territorio reggiano «pesantemente colpito, nelle ultime settimane, dalle frane».
Case e strade a rischio, una ventina di fabbricati evacuati, attività produttive ferme: è solo un bilancio parziale, destinato ad aggravarsi, dei danni provocati dalle piogge cadute insistentemente sul Reggiano. La richiesta dello stato d’emergenza riguarda venti comuni reggiani: Toano, Villa Minozzo, Ligonchio, Collagna, Ramiseto, Busana, Castelnovo nè Monti, Vetto, Carpineti, Baiso, Viano, Casina, Canossa, San Polo d’Enza, Quattro Castella, Vezzano sul Crostolo, Albinea, Scandiano, Castellarano, Casalgrande.
«Considerando che la stretta sequenza di eventi piovosi ha creato progressivi aggravamenti delle situazioni di dissesto, occorre intervenire con rapidità», scrive nella lettera la presidente Masini. «Attualmente – prosegue – permangono numerose situazioni che hanno già portato all’organizzazione e all’effettuazione di servizi di soccorso e di assistenza alla popolazione, alla messa in sicurezza degli edifici gravemente danneggiati con minaccia per la pubblica e privata incolumità, al parziale ripristino delle infrastrutture e delle reti indispensabili per la continuità delle attività economico produttive nonchè per la ripresa delle normali condizioni di vita».
Per fare il punto della situazione, la presidente della Provincia, d’intesa con la Prefettura, ha promosso per martedì un incontro al quale sono stati invitati i sindaci dei comuni colpiti dalle frane, il presidente del Consorzio di Bonifica dell’Emilia centrale, i rappresentanti del servizio tecnico di bacino, il coordinatore delle organizzazioni di volontariato della Protezione civile e il direttore generale di Iren.

© RIPRODUZIONE RISERVATA