Sei in Archivio

Provincia-Emilia

Maltempo: nuova allerta della Protezione civile fino a domenica

04 aprile 2013, 19:07

Maltempo: nuova allerta della Protezione civile fino a domenica

COMUNICATO

E’ una nuova fase attivazione quella dichiarata dall’Agenzia regionale di Protezione Civile, un allerta che va dalle 20 di questa sera (4 aprile) fino alle 8 di domenica 7 aprile per pioggia e rischio idrogeologico.  L’avviso riguarda tutto il Parmense, pianura compresa, con valori che in montagna possono superare anche gli 80 mm di pioggia giornalieri e possibili nevicate sopra i 1000-1200 metri.
“E’ un’annata davvero particolare, in sei mesi nell’alta val Parma e in val d’Enza è caduta tanta pioggia quanta di solito cade in un anno. Non ci sono state fino ad ora precipitazioni intense ma continue e l’acqua caduta ha mosso le frane storiche quiescenti. Operiamo su tutti i fronti anche di notte per tenere aperte le strade ma la situazione è critica”. A sottolinearlo è l’ingegnere Gabriele Alifraco dirigente Ambiente e Viabilità della Provincia che fa il punto della situazione delle strade provinciali.

In val Ceno sulla provinciale 112 di Pessola, che è stata riaperta venerdì scorso,  si viaggia a senso unico alternato mentre sulla 110 Varano - Solignano sopra la frazione di Fosio (al km 6) i tecnici del servizio provinciale Viabilità lavorano al contenimento di uno smottamento in modo da mantenere in esercizio il traffico. In Val Taro, prosegue l’intervento sulla provinciale 104 Cassio - Selva nel comune di Terenzo e se il tempo non è inclemente si conta di procedere con la riapertura entro la settimana.
In val d’Enza per quanto riguarda la sp 17 di Traversetolo, alla chiusura effettuata nei giorni scorsi a ponte Vetto, per il rischio di caduta massi, si aggiunge anche una ulteriore chiusura a Ceretola per frana. In queste ore si sta lavorando per una possibile apertura per i residenti mentre a Ponte Vetto si potrà intervenire solo col bel tempo in quanto è necessario effettuare lavoro in scarpata.
In val Parma in località Staiola, la sp 74 Bosco - Berceto (km 2+200) è minacciata da una frana di versante molto consistente e che continua a scendere. Il traffico è stato deviato sulla vecchia provinciale 106, ora di proprietà del comune e ripristinata proprio per consentire il collegamento fra Berceto Bosco di Corniglio.
La frana di Signatico e Curatico dista 200 metri dalla provinciale 13 di Corniglio e la Provincia sta effettuando un intervento per incanalare le acque.
Da ultimo la provinciale 15 di Calestano – Berceto dove si rilevano tre situazioni critiche: prima di Ravarano uno smottamento di monte nei pressi del ponte di Armarano, a Chiastre un cedimento di valle della carreggiata in conseguenza del quale è stato introdotto il senso unico alternato, poi a Casa Selvatica dove è presente una frana storica. Lì si continua a intervenire per mantenere aperto il traffico e evitare che la colata di fango scenda verso valle.

 Appennino che frana: le principali emergenze