Sei in Archivio

Provincia-Emilia

Omicidio ad Albazzano: giovane indiano accoltella un connazionale

04 aprile 2013, 23:57

Omicidio ad Albazzano: giovane indiano accoltella un connazionale

 TIZZANO

Due fendenti sferrati all'improvviso senza che la vittima designata potesse difendersi dalla lama che gli tagliava l'addome e il torace. E gli spegneva la vita.

Rajeev Walia, quarantacinquenne esperto operaio agricolo di origine indiana, è stato trafitto nella sala mungitura di un'azienda agricola di Albazzano, una delle più grandi e conosciute del territorio tizzanese. Ad ucciderlo con un coltellaccio è stato Jaspreet Singh, 27 anni, anche lui indiano, operaio agricolo della stessa azienda, ma assunto da pochi mesi in sostituzione di un dipendente in malattia.

Il delitto è stato consumato poco prima delle 19.30 di fronte ai colleghi di lavoro. L'assassino, ubriaco, è entrato nella sala mungitura dell’azienda e, in mezzo ai colleghi che non hanno fatto in tempo ad intervenire, si è subito scagliato sul quarantacinquenne colpendolo due volte al torace. Poi ha tentato la fuga, ma all’esterno della stalla è caduto battendo il volto. Sul posto, avvertiti dai testimoni dell’episodio, sono giunti i medici del 118 ed i Carabinieri. Per la vittima non c'era però più nulla da fare, l’autore del gesto è stato invece arrestato.

Tutti i particolari sulla Gazzetta di Parma in edicola