Sei in Archivio

Provincia-Emilia

Boschetto, si riattiva la frana. A rischio la Massese. Sgomberata una casa

06 aprile 2013, 20:00

Boschetto, si riattiva la frana. A rischio la Massese. Sgomberata una casa

Ancora situazioni critiche in montagna: soprattutto nei comuni di Corniglio e di Tizzano, dove oltre all'emergenza di Boschetto questa notte un lettore ci ha segnalato una nuova situazione di pericolo a Capriglio.

Il punto (sabato 6) - E’ una delle vie di comunicazione più importanti del territorio: si tratta della Massese che in queste ultime ore presenta problemi di particolare gravità a Boschetto. La ragione è la riattivazione di una frana che coinvolge, oltre alla provinciale, alcune abitazioni e ha procurato un guasto alla rete del gas. E il sindaco Amilcare Bodria si è visto costretto ad emettere un’ordinanza di sgombero di una casa, che presentava gravi problemi di carattere strutturale accertati dai Vigili del Fuoco.

Due i punti critici, sui quali le squadre della Provincia stanno intervenendo per mantenere aperta la strada, un tratto alle porte di Boschetto e un altro a distanza di un chilometro più vicino al centro abitato. Complessivamente è nel comune di Tizzano che oggi si sono aperte diverse problematiche come sulla  sp 84 in località Rividulano dove c’è stato a monte un cedimento dei gabbioni che contengono i massi.
Continua il monitoraggio anche della provinciale 13 poco sotto la frana di Signatico – Curatico nel Cornigliese sulla quale in mattinata sono comparse delle crepe nell’asfalto.

FIUME ENZA: FINITI PREALLARME E ALLARME

Cessano per diversi fiumi emiliano-romagnoli le fasi di preallarme o allarme, decise dall’agenzia regionale della Protezione Civile, nelle scorse ore, a causa delle forti piogge cadute sull'Emilia-Romagna.
Nel dettaglio, si legge in una nota, è cessata la fase di   preallarme e allarme per il fiume Enza; la fase di allarme per il fiume Crostolo e la fase di preallarme per i fiumi Samoggia e Sillaro. Su tutti i fiumi «permane la fase di attenzione».