Sei in Archivio

Parma

Ghiretti: "Al Bizzozero il chiosco dell'acqua pubblica è a secco"

06 aprile 2013, 19:37

Ghiretti:

Prima i "convenevoli": "Non posso che ringraziare l'assessore ai Lavori Pubblici, Michele Alinovi, per aver finalmente cominciato ad affrontare il problema del degrado in città, a constatazione di una denuncia reale". Poi Roberto Ghiretti, consigliere di Parma Unita, torna a incalzare:  "Nel merito di tutti gli interventi annunciati ci permettiamo, come Parma Unita, di sollevare dubbi sul fatto che gli acquitrini-paludi del Parco Ducale si asciugheranno spontaneamente, poiché in diverse zone gli allagamenti dei prati si protraggono e susseguono dallo scorso autunno, e non dagli ultimi quindici giorni di pioggia. Pertanto consigliamo vivamente all'assessore Alinovi di predisporre un opportuno intervento di drenaggio dei terreni".
"La piantumazione delle nuove alberature – su cui non ero intervenuto – è certamente un'operazione positiva e va dato atto all'assessore Alinovi di aver dato l'impulso giusto mutando le procedure necessarie - continua la nota -. Peraltro onestà intellettuale vorrebbe che si riconoscesse che l'operazione dei nuovi mille alberi è resa possibile, oggi, perché a suo tempo l'Amministrazione precedente aveva inserito l'obbligo del meccanismo della compensazione nel taglio degli alberi e, in conseguenza di quell'atto, si è costituita una riserva da cui oggi si può attingere, a costo zero per il Comune. Dico questo poiché, spesso, la maggioranza non accetta le critiche politiche che muovo, rinfacciandomi l'appartenenza alla precedente Amministrazione, da cui uscii più di due anni e mezzo fa. E peraltro l'assessore Alinovi è persona intelligente da sapere che io ero assessore allo sport, e di quello mi occupavo".

Poi una nuova segnalazione: "Colgo l'occasione per informarlo, nel frattempo, di un'altra situazione che richiede un intervento urgente e di cui, spero, non si arrampicherà sugli specchi per dire che è colpa di chi c'era prima.
Segnalo che da tre giorni il chiosco dell'acqua pubblica del Bizzozero è completamente a secco. Dalle informazioni sommarie raccolte si tratta di un guasto all'impianto di erogazione. Già da quattro mesi è interrotto il funzionamento dell'addizione di anidride carbonica. Ora, proprio non esce neanche più una goccia. E naturalmente, in segno di trasparenza, nemmeno un cartello informa i cittadini del disservizio. Posso chiedere se l'Amministrazione Comunale è informata e quando pensa di rimettere in funzione la fontana?"

 L'assessore Alinovi e il degrado della città: "Critiche ingiuste. Troppo facile fotografare pozzanghere..."